Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 49.538 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 357 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 184.277 fotografie; 1.416 audiovisivi; 12.012 complessi archivistici; 6.523 discorsi e interventi; 5.249 atti firmati; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 109 volumi in Biblioteca digitale per un totale di 22.673 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 762 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 786.871 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 23 luglio 2019)

 

 

Carbone, Giuseppe

Roma, 30 ottobre 1926

Laurea in Lettere e Filosofia Laurea in Giurisprudenza

Incarichi presso l' amministrazione della Presidenza della Repubblica

  • Direttore dell'ufficio per gli affari giuridici e le relazioni costituzionali dal 30 ottobre 1985 al 31 agosto 1986
  • Capo del Servizio rapporti con il Parlamento ed il Governo dal 1 novembre 1978 al 23 giugno 1980
  • Consigliere per gli affari giuridici e le relazioni costituzionali dal 30 ottobre 1985 al 31 agosto 1986

Grande Ufficiale nell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana" (1979)

Camera dei deputati (1957) nella categoria di Segretari di concetto, assegnato all'Ufficio studi legislativi

Nomina in ruolo (1° maggio 1958). Assegnato all'Ufficio Commissioni parlamentari (1° febbraio I960 - 11 dicembre 1963)

Dal 12 dicembre 1963 distaccato presso il Gabinetto del Ministro del bilancio, Antonio Giolitti

I Referendario (1964). Assegnato al Servizio Commissioni parlamentari (ottobre 1964- 31 luglio 1969)

Capo Ufficio speciale per il controllo parlamentare (1969)

Segretario generale dell'Istituto Gramsci

Consigliere di Stato: 31 marzo 1971 (D.P.R. 9 aprile 1971)

Presidente di Sezione del Consiglio di Stato (1° dicembre 1982) Addetto alla IV Sezione

Capo del Servizio affari giuridici e rapporti con gli Organi costituzionali (3 luglio 1985 - 29 ottobre 1985)

Consigliere per gli affari giuridici e le relazioni costituzionali e Direttore del relativo Ufficio (30 ottobre 1985 - 31 agosto 1986)

Presidente della Corte dei conti (1° settembre 1986 - 31 ottobre 1998)

pubblicazioni

  • Il rapporto Corte dei conti-Governo-Parlamento nel sistema della costituzione. Studi per il XX anniversario della Assemblea Costituente, VI, 67.
  • La legislazione sul latte alimentare nel nuovo quadro istituzionale. L'impresa pubblica, 1972, VI, 41.
  • Incontro sui problemi della Corte dei conti. Rivista Trimestrale di diritto pubblico, 1973, 3.
  • Finanza regionale ancora "derivata" e "concessa". Le regioni, 1976, V-VI, 946.
  • Poteri e strumenti. Studi parlamentari e di politica costituzionale, 1976, 22.
  • Quale riforma della giustizia amministrativa? Mondoperaio, 1979, VI, 37.
  • A proposito di "un confronto sulle riforme istituzionali". Quaderni costituzionali, 1983, 549.
  • Sistema dei partiti e crisi della politica. Mondoperaio, 1983, XI, 102.
  • La burocrazia parlamentare. Funzioni, garanzie e limiti. Atti del convegno organizzato dal Sindacato unitario funzionari parlamentari della Camera dei deputati (Roma, 5-6 giugno 1981). Roma, 1983, 185.
  • L'attuale posizione dei medici delle UUssll eletti a carica pubblica parlamentare. Proposte per una nuova normativa. Sanità pubblica, 1986, 261.
  • La Corte dei conti oggi. Consiglio di Stato, 1986, II, 1733.
  • Giuramento reso dal Presidente della Corte dei conti innanzi all'adunanza generale. Il Foro amministrativo, 1986, IX, 2043.
  • Urgenze e diffidenze nella riforma dei controlli. Quaderni costituzionali, 1989, III, 566.
  • Art. 100. Commentario della Costituzione diretto da Branca. Bologna. 1994, 64.
  • Eguaglianza e finanza, un'aporia da dirimere. Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale, 1994, III, 333-
  • Controlli pubblici ed etica: controllo e responsabilità nel modello costituzionale e nell'esperienza storica dell'ordinamento italiano. Il Consiglio di Stato, 1994, XI, 1751.
  • La Corte tra passato e futuro. La riforma acquista consensi all'interno ma occorre adeguare moduli organizzativi e procedure. Amministrazione e contabilità dello Stato e degli Enti pubblici, 1996, IV, 469.
  • La finanza pubblica tra vincoli comunitari e tutela degli interessi nazionali. Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 1998, I, 85.
  • Corte dei conti e conflitti di attribuzione in sede di controllo: solo il Presidente della Corte legittimato a proporli. Giurisprudenza costituzionale, 1999, IV, 2569.
  • Il controllo finanziario esterno dell'audit. Nuova rassegna di legislazione, dottrina e giurispmdenza, 1999, V-VI, 519.

fonti

  • Presidenza della Repubblica - Servizio archivio storico, documentazione e biblioteca - Divisione archivio e documentazione - fascicolo personale n.638/5.
  • Consiglio di Stato - Archivio.
  • Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, Il Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, vol. II, Biografie 1948-2008, a cura di Roberto Gallinari, Roma, Bulzoni, 2009