Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 49.538 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 357 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 184.277 fotografie; 1.416 audiovisivi; 12.012 complessi archivistici; 6.523 discorsi e interventi; 5.249 atti firmati; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 109 volumi in Biblioteca digitale per un totale di 22.673 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 762 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 786.871 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 23 luglio 2019)

La Costituzione della Repubblica Italiana

In occasione dei 70 anni della entrata in vigore della Costituzione, la Presidenza della Repubblica ha curato la copia anastatica del volume La Costituzione della Repubblica Italiana illustrata con i lavori preparatori da Francesco Cosentino, Filippo Palermo, Vittorio Falzone del Segretariato generale della Camera dei deputati, con prefazione di Vittorio Emanuele Orlando (Roma, Colombo, 1948).
Il volume fu pubblicato nel 1948, per illustrare il testo costituzionale attraverso i lavori ed i dibattiti avvenuti in Assemblea Costituente.
Il Progetto di Costituzione era stato redatto dalla "Commissione per la Costituzione, istituita nell'Ambito dell'Assemblea costituente il 15 luglio 1946 con l'incarico di "elaborare e proporre il Progetto di Costituzione" alla luce del principio che "La Costituzione deve essere, più che è possibile, breve, semplice e chiara; tale che tutto il popolo la possa comprendere".
Il 6 febbraio 1947 Meuccio Ruini, Presidente della Commissione, presentò all'Assemblea costituente la "Relazione al progetto di Costituzione della Repubblica italiana" articolata in titoli - "Disposizioni generali", "Diritti e Doveri dei Cittadini" "Ordinamento della Repubblica" - che rappresentavano le partizioni del "Progetto di Costituzione". Seguirono poi la discussione e l'approvazione in Aula il 22 dicembre del 1947.

IMMAGINI (6)


La Costituzione della Repubblica Italiana venne firmata dal Capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola a Palazzo Giustiniani il 27 dicembre 1947. Il testo fu controfirmato dal Presidente del Consiglio dei ministri Alcide De Gasperi e dal Presidente dell'Assemblea Costituente Umberto Terracini e sottoposto al visto del Guardasigilli Giuseppe Grassi.
L'Archivio storico della Presidenza della Repubblica conserva uno dei tre originali della Costituzione firmati da Enrico De Nicola.
L'Archivio storico della Camera dei deputati e l'Archivio centrale dello Stato conservano gli altri due originali.
L'originale della Costituzione è esposto al pubblico in visita al Palazzo del Quirinale