Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 1.416 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 57.946 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 05 aprile 2021)

 

Inchiesta di Gianni Bisiach sul fenomeno dei giovani teppisti che, senza uno scopo preciso, compiono azioni criminali. Aspetti preoccupanti del fenomeno dei Teddy boys anche all'estero: a Londra, negli Stati Uniti, in Unione Sovietica, in Francia e Svezia con il fenomeno delle bande violente. Come negli altri paesi anche in Italia i giovani Teddy boys hanno un abbigliamento riconoscibile e vivono in gruppo. Il cinema, come modello di riferimento, ha una responsabilità nel fornire esempi deviati. Intervista a persone comuni sui giovani e allo psicologo Bartoleschi sull'importanza del ruolo dei genitori. Esperimento di una scuola per genitori. Prevenzione del fenomeno attraverso lo sport, le professioni, la famiglia, la scuola e la società.

leggi tutto
inchiesta
DATA07 dicembre 1959
DURATA00:22:32
REGIA Bisiach Gianni
PRODUZIONE RaiUno
EDIZIONE Rai Radiotelevisione Italiana
PAROLE CHIAVE Teppismo giovanile Giovani Vita sociale e costume Film Les Tricheurs Moda Cinema Musica