Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 440.016 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 10.445 audiovisivi; 16.918 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950;11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 168.952 comunicati di cui 28.360 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; oltre 500 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 24 maggio 2024)

Il Diario storico

 

martedì
20 novembre 2001

Interventi del Presidente della Repubblica a: Dogliani, in occasione del 40° anniversario della scomparsa del Presidente Sen. Prof. Luigi Einaudi; Torino, per la cerimonia celebrativa dei 140 anni dell'Unità d'Italia; Novara, per la visita alla città (19-21 novembre 2001)

9.15

Il Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi incontrano, in un salotto di rappresentanza della Prefettura, l'Arcivescovo di Torino, S.Em. Rev.ma il Cardinale Severino Poletto.

9.50

Il Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi lasciano in auto la Prefettura (corteo: allegato «2»).
Allegato «2»: corteo
Vettura presidenziale (scortata da Corazzieri, in motocicletta): PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA;
Vettura con (*): Presidente della Giunta Regionale del Piemonte (solo a Torino), Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte;
Vettura con (**): Sott. VEGAS, Prefetto di Novara;
Vettura con (*): Sindaco della città, Presidente della Provincia;
Pullmino del Seguito: Dott.ssa DECARO, Amm. BIRAGHI, Dott. RUFFO, Dott. LEVI, Dott. ALFONSO, Dott. PELUFFO, Prof. MAZZUOLI, Dott. ROMANO, Dott. DONDOLINI POLI, Dott. DEL RICCIO, Sig. OLIVERIO, Sig. CAPARSO.
(*) A Torino: da Largo Vittorio Emanuele II a Palazzo Carignano; dalla Mole Antonelliana all'Università Statale; dall'Università Statale a Palazzo d'Azeglio;
A Novara: dal Palazzo Comunale al Sacrario-Ossario della Bicocca; dal Sacrario-Ossario alla Prefettura; dal Teatro Coccia alla sede della De Agostini.
(**) Nei percorsi novaresi di cui sopra e nel tragitto da Novara a Linate, con esclusione di tale percorso, del Prefetto di Novara, mentre prendono posto sulla vettura il Dott. Sciarretta ed il Sig. Nicolamme.

10.00

Il corteo presidenziale giunge a Largo Vittorio Emanuele II. Disceso dalla vettura, il Capo dello Stato viene accolto dai Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale del Piemonte, On. Enzo Ghigo e Dott. Roberto Cota, dal Sindaco e dal Presidente della Provincia di Torino, Prof. Sergio Chiamparino e Prof.ssa Mercedes Bresso. Sono altresì presenti il Comandante del Comando Interregionale Nord, Magg. Gen. Giancarlo Antonelli, ed il Presidente della Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino, curatrice del restauro del Monumento a Vittorio Emanuele II, Dott. Renzo Giubergia. Il Capo dello Stato depone quindi, alla base del monumento, una corona d'alloro portata a spalla da due Corazzieri. Dopo aver salutato i Componenti il Consiglio d'Arma della Consulta, il Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi, accompagnati dalle predette Autorità, dal Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica e dagli altri Consiglieri, prendono posto in auto per recarsi a Palazzo Carignano (corteo: allegato «2»).

10.15

Il corteo presidenziale giunge a Palazzo Carignano (ingresso da Piazza Carignano). Discesi dalla vettura, il Capo dello Stato e la Signora Ciampi vengono accolti dai Rappresentanti degli Organi Costituzionali, dal Presidente e dal Direttore del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, rispettivamente Avv. Franzo Grande Stevens e Dott. Roberto Sandri Giachino, e dal Soprintendente dei Beni Artistici e Storici del Piemonte, Dott.ssa Carla Enrica Spantigati, ed accompagnati, salendo per lo Scalone del Guarini, nell'Aula del Parlamento Subalpino, dove prendono posto nelle poltrone Loro riservate: indirizzo di saluto del Presidente del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Avv. Franzo Grande Stevens; breve relazione sulle prospettive di riallestimento del Museo da parte dell'Amministratore Delegato di Fiat Engeneering, Ing. Paolo Marinsek. Al termine, il Capo dello Stato e la Signora Ciampi, unitamente alle Autorità presenti, raggiungono il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano ed effettuano una visita alle sale espositive, illustrate dal Prof. Umberto Levra, Ordinario di Storia del Risorgimento dell'Università degli Studi di Torino.

11.00

Il Capo dello Stato fa ingresso nell'Aula del Parlamento Italiano. Dopo aver ascoltato l'Inno nazionale eseguito dalla Fanfara dell'Arma dei Carabinieri, il Presidente della Repubblica prende posto nella poltrona centrale della prima fila. Ha inizio la cerimonia celebrativa dei 140 anni dell'Unità d'Italia. Interventi: del Sindaco di Torino, Prof. Sergio Chiamparino; del Presidente della Provincia di Torino, Dott.ssa Mercedes Bresso; del Presidente del Comitato Scientifico del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Prof. Umberto Levra; del Presidente della Regione Piemonte, On. Enzo Ghigo; delle studentesse Claudia Chimento e Marta Scalzotto. Intervento del Presidente della Repubblica.

12.45

Il Capo dello Stato, dopo essersi congedato dai Rappresentanti degli Organi Costituzionali, dai Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale del Piemonte, dal Sindaco e dal Presidente della Provincia di Torino e dalle altre Personalità presenti, lascia a piedi Palazzo Carignano per recarsi in Prefettura. (Contemporaneamente la signora Ciampi, unitamente alla Signora Catalani, si reca in auto al Duomo, per visitare la Sacra Sindone. Ad accogliere: l'Arcivescovo di Torino, Severino Poletto. Rientro in Prefettura alle ore 13.00).

12.50

Il Presidente della Repubblica giunge in Prefettura. Pausa.

12.55

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto la Prefettura per recarsi alla Scuola di Applicazione (corteo: allegato «2»).

13.00

L'auto presidenziale giunge alla Scuola di Applicazione. Disceso nel cortile, il Capo dello Stato viene accolto dal Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Ten. Gen. Gianfranco Ottogalli, e dal Comandante della Scuola di Applicazione, Magg. Gen. Mauro Del Vecchio. Dopo aver ricevuto gli onori, il Capo dello Stato, unitamente alle predette Autorità, al Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica ed agli altri Consiglieri, si reca, salendo per lo scalone d'onore, al piano di rappresentanza, dove effettua una visita alla Biblioteca storica della Scuola. Al termine, il Presidente della Repubblica giunge nel Salotto Dodoli, dove vengono serviti gli aperitivi.

13.30

Colazione nella sala mensa. Al termine saluto del Capo Corso, S. Ten. Gabriele Guidi. (Contemporanea colazione della Signora Ciampi in Prefettura con la Signora Catalani, consorte del Prefetto, e le Signore Ghigo, Massabò Ricci, Spantigati, Marella Agnelli, Ferreri, Recchi e Bollati e Anna Maria Roveri Donadoni).

14.30

Il Presidente della Repubblica, dopo aver preso congedo dalle Autorità presenti, accompagnato dal Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto la Scuola di Applicazione per fare rientro in Prefettura.

14.35

Il corteo presidenziale giunge al Palazzo del Governo. Pausa.

16.25

Il Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi lasciano in auto la Prefettura per recarsi alla Mole Antonelliana (corteo: allegato «2»).

16.30

Il corteo presidenziale giunge all'ingresso della Mole Antonelliana, dove il Capo dello Stato viene accolto dal Presidente del Museo Nazionale del Cinema, Prof. Mario Ricciardi, ed accompagnato nell'atrio del Museo, dove sono ad attendere il Presidente della Giunta Regionale del Piemonte, il Sindaco ed il Presidente della Provincia di Torino. Subito dopo il Presidente della Repubblica raggiunge, salendo con l'ascensore, l'Aula del Tempio, dove inizia la visita alle chappelles. Dopo aver assistito alla proiezione di alcune scene di films famosi, il Presidente della Repubblica si reca, scendendo con l'ascensore, all'Archeologia del Cinema, dove sono esposte le prime macchine cinematografiche. Al termine, il Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi si recano con l'ascensore sulla Terrazza panoramica.

17.15

Dopo essersi congedato dalle Personalità presenti, il Presidente della Repubblica, unitamente al Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto la Mole Antonelliana per recarsi all'Università degli Studi di Torino (corteo: allegato «2»). (Contemporaneamente la Signora Ciampi, accompagnata dalla Signora Catalani, si reca a visitare il Museo Egizio. La visita verrà illustrata dal Soprintendente Anna Maria Roveri Donadoni).

17.20

Il corteo presidenziale giunge all'Università degli Studi di Torino. Il Capo dello Stato, disceso dall'auto all'interno del Palazzo del Rettorato, viene accolto dal Rettore, Prof. Rinaldo Bertolino, ed accompagnato, salendo per lo scalone, nella Sala del Senato Accademico, dove ha luogo l'incontro con i Rettori del Politecnico di Torino e dell'Università del Piemonte Orientale, i rappresentanti dei centri di formazione e del mondo imprenditoriale.

18.40

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto l'Università degli Studi di Torino per recarsi a Palazzo d'Azeglio (corteo: allegato «2»).

18.45

L'autovettura presidenziale giunge dinanzi al Palazzo d'Azeglio, sede delle Fondazioni Luigi Firpo e Luigi Einaudi, dove il Presidente della Repubblica viene accolto dai Presidenti dei Consigli d'Amministrazione della Fondazione Firpo ed Einaudi, rispettivamente Dott.ssa Isabella Massabò Ricci e Prof. Enrico Filippi, ed accompagnato nella Sala Convegni dove ha luogo l'incontro con i componenti il Consiglio d'Amministrazione delle due fondazioni. È altresì presente la Signora Ciampi, ivi in precedenza convenuta. Dopo la visita alla Sala Consiglio, il Presidente della Repubblica si reca nello Studiolo di Massimo d'Azeglio, dove riceve in omaggio dei volumi. Dopo aver attraversato la Sala di Studio, il Capo dello Stato raggiunge la sede della Fondazione Luigi Einaudi e visita la Sala dei "Libri rari", dove sono conservati i più importanti libri del Presidente Einaudi.

19.00

Il Presidente della Repubblica prende congedo dalle Personalità presenti e lascia in auto, unitamente al Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Palazzo d'Azeglio per fare ritorno in Prefettura (corteo: allegato «2»).

19.05

L'auto presidenziale giunge al Palazzo del Governo. Pausa.

20.20

Il Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi lasciano in auto la Prefettura per recarsi al "Cambio" (corteo: allegato «2»).

20.25

L'auto presidenziale giunge al "Cambio". Pranzo privato. Al termine, rientro in Prefettura. Pernottamento.