Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

lunedì
25 ottobre 1965

Visita ufficiale del Presidente della Repubblica alla Città di Milano, ad organizzazioni industriali e ad istituzioni culturali (25-27 ottobre 1965)

8,45

Il Presidente della Repubblica giunge all'Aeroporto di Ciampino dove prende posto, con il Seguito, sull'aereo presidenziale.

8,50

Decollo dell'aereo presidenziale.

10,30

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Milano Malpensa. Disceso dall'aereo, il Capo dello Stato viene ricevuto, in forma privata, dal Prefetto di Varese e dal Sindaco di Somma Lombardo. Ricevuto l'omaggio delle Autorità presenti, il Presidente della Repubblica prende posto in autovettura per recarsi allo Stabilimento IGNIS a Cassinetta di Biandronno (Km. 22). (corteo privato: Alleg. «A»).
Allegato «A»
vettura del cerimoniale:
Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, Comandante dei Corazzieri, Consigliere Militare Aggiunto di servizio;
vettura presidenziale:
Presidente della Repubblica, Prefetto di Varese;
vettura di servizio con l'Ispettore Generale Capo di P.S. del Quirinale;
A) Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare del Presidente della Repubblica;
B) Capo del Servizio Stampa e della Segreteria Particolare, Segretario Particolare del Presidente della Repubblica;
C) Capo della Segreteria del Segretario generale, Capo Ufficio Studi Economici e Finanziari.

11,00

All'ingresso centrale dello Stabilimento, il Capo dello Stato viene ricevuto dal Cav. del Lav. Giovanni Borghi. Dopo la presentazione dei dirigenti dello Stabilimento, il Presidente della Repubblica prende posto in una vettura di rappresentanza unitamente al Cav. del Lav. Giovanni Borghi ed effettua una visita in auto agli impianti, sostando per lo scoprimento di una lapide ricordo e percorrendo a piedi uno dei padiglioni di montaggio degli apparecchi elettrodomestici. (Il corteo segue nella medesima formazione dell'arrivo. Si inserisce una vettura A) bis con il Prefetto di Varese ed il Procuratore Generale della IGNIS).

11,45

Al termine della visita, il Presidente della Repubblica, unitamente al Seguito, giunge all'ingresso del padiglione dove sono riunite le maestranze e gli invitati alla cerimonia e si reca nel palco delle Autorità. Il Cav. del Lav. Giovanni Borghi ed il Procuratore Generale della IGNIS, Comm. Giuseppe Danzi, rivolgono brevi indirizzi di saluto. Vengono quindi premiati i dipendenti anziani dell'Azienda.

12,10

Conclusa la cerimonia, il Presidente della Repubblica prende nuovamente posto nella vettura di rappresentanza e, unitamente al Seguito, si reca al Convitto "Paolo VI". (corteo: stessa formazione).

12,15

All'ingresso del Convitto "Paolo VI", dopo la benedizione, il Capo dello Stato procede al taglio del nastro inaugurale ed effettua quindi una visita alle attrezzature ed agii impianti sanitari del Convitto. Durante il percorso, ha luogo lo scoprimento di una lapide-ricordo.

12,30

Al termine della visita, il Presidente della Repubblica sosta per un rinfresco nella sala di ricreazione del Convitto.

13,00

Ricevuto il saluto del Cav. del Lav. Giovanni Borghi e delle Autorità presenti, il Capo dello Stato lascia lo Stabilimento IGNIS di Cassinetta di Biandronno (corteo privato: Alleg. «B».)
Allegato «B»
vettura del cerimoniale:
Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, Comandante dei Corazzieri, Consigliere Militare Aggiunto di servizio;
vettura presidenziale:
Presidente della Repubblica, Prefetto di Milano;
vettura di servizio con l'Ispettore Generale Capo di P.S. del Quirinale;
A) Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare del Presidente della Repubblica;
B) Capo del Servizio Stampa e della Segreteria Particolare, Segretario Particolare del Presidente della Repubblica;
C) Capo della Segreteria del Segretario generale, Capo Ufficio Studi Economici e Finanziari.

13,50

Il Capo dello Stato giunge alla Prefettura di Milano.

14,15

Colazione intima in Prefettura.

18,25

Il Presidente della Repubblica lascia la Prefettura di Milano per recarsi al Palazzo Comunale (corteo privato: Alleg. «B»).

18,30

Il Presidente della Repubblica giunge dinanzi a Palazzo Marino. Disceso dalla vettura, il Capo dello Stato, accompagnato dal Consigliere Militare e dal Comandante del 3° Corpo d'Armata, passa in rassegna un picchetto d'onore schierato con bandiera e musica. Al termine dello schieramento, si trovano a riceverlo: i Rappresentanti del Senato, della Camera, del Governo e della Corte costituzionale, il Sindaco di Milano, il Primo Presidente ed il Procuratore Generale della Corte d'appello, il Comandante della Regione Aerea, il Comandante del Dipartimento Militare Marittimo ed il Presidente dell'Amministrazione Provinciale. Quindi, accompagnato dal Sindaco di Milano, On. Prof. Pietro Bucalossi, e dal Seguito, il Capo dello Stato fa ingresso nella Sala Consiliare di Palazzo Marino. Qui ha luogo la presentazione della Giunta e del Consiglio Comunale. Subito dopo, il Capo dello Stato si reca nella Sala dove sono convenuti gli invitati al ricevimento ed ascolta un indirizzo di saluto del Sindaco di Milano. Eventuale risposta del Presidente della Repubblica.

19,00

Al termine dei discorsi, il Capo dello Stato attraversa le Sale dove sono disposti gli invitati al ricevimento, intrattenendosi brevemente con i convenuti.

19,30

Il Presidente della Repubblica percorre in senso inverso il tragitto di arrivo, accompagnato dal Sindaco di Milano e dalle massime Autorità.

19,40

Ricevuto l'omaggio delle Autorità, il Capo dello Stato lascia Palazzo Marino per far rientro in Prefettura (corteo privato: Alleg. «B»).

19,45

Il Presidente della Repubblica giunge in Prefettura.

21,00

Pranzo in Prefettura con gli esponenti delle organizzazioni culturali ed industriali visitate dal Signor Presidente.