Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

 

mercoledì
04 gennaio 2006

Intervento del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi all'incontro con i Capi di Stato firmatari dell'articolo "Uniti per l'Europa" del 15 luglio 2005. Breve incontro con i giornalisti

PRESIDENTE CIAMPI
Domattina ci sarà questo incontro con i giovani. Nell'occasione il Presidente Köler, come ospite della riunione, farà un po' il punto. Posso solamente dirvi - lo avete già letto in un intervento di apertura - che è un incontro veramente positivo: sette Capi di Stato che, nella consapevolezza dei limiti di questi incontri, che hanno parlato con passione, con convinzione e con comunità di intenti sui temi comuni che ben conoscete. In particolare vorrei dire che è stata data molta attenzione al problema del maggiore coinvolgimento dei giovani nell'Europa. Vorrei aggiungere proprio che il problema della maggiore conoscenza delle istituzioni italiane ed europee nell'educazione scolastica deve essere veramente di grande importanza e da considerare in che modo si può favorire il nostro Paese.
DOMANDA
Presidente, ci sono preoccupazioni a livello internazionale in queste ore per questa intolleranza del mondo islamico dopo le vicende che sono apparse sulla stampa occidentale.
PRESIDENTE CIAMPI
Tutte le violenze danno preoccupazioni. Vorrei dire che si è fatto accenno anche a questi aspetti e il principio è questo: la libertà è un principio fondamentale, è fra i valori fondamentali dell'uomo; la libertà si articola in vari aspetti, fra cui la libertà di espressione e la libertà religiosa. Il limite nell'esercizio delle singole articolazioni della libertà sta nel fatto di non toccare l'altra espressione della libertà. È una questione di responsabilità da parte di ciascuno di noi che si avvale della libertà e di religione e di espressione. Il tutto, poi si traduce nel senso di responsabilità nell'esercizio delle libertà. Questo è il punto fondamentale, tendendo presente che l'Europa è convinta dell'importanza di portare avanti il dialogo interculturale e interreligioso.
DOMANDA
Continuano le polemiche sull'adesione dell'Italia all'Euro. Lei che ne pensa?
PRESIDENTE CIAMPI
Posso dire solo questo: i vantaggi dell'Euro sono veramente inestimabili. Questa è una realtà dei Paesi europei pur avendo avuto alcuni inconvenienti del periodo del "change over".
leggi tutto