Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

 

mercoledì
28 maggio 2003

Incontro del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi con i vincitori dell'11^ edizione del Concorso nazionale ed internazionale "Immagini per la Terra"

Ormai l'incontro con voi ha assunto la caratteristica di cadenza annuale se ben ricordo è il quarto, però in questa occasione vedo la presenza di tanti bambini che mi fa particolarmente piacere.
Il Senatore Pollice ha messo in evidenza l'importanza del tema acqua nel contesto mondiale, la drammaticità della situazione dell'acqua in tante parti del mondo. La Senatrice Carrettoni ci ha ricordato come questa problematica sia al tempo stesso una questione di coscienza e di civiltà. E d'altra parte basta volgere l'occhio intorno a noi e vedere quanto gli antichi si occupavano dell'acqua: dagli acquedotti, i cui resti sono visibili in tutta Italia, alle condotte idriche che a volte ci impressionano per la professionalità e la genialità di soluzioni che venivano applicate alle strutture per la distribuzione dell'acqua.
Il Sottosegretario all'Ambiente Lucara ha messo in evidenza l'azione del Governo e, in particolare, si è soffermato sui problemi idrici che investono, purtroppo, anche noi stessi.
Ho ben poco da aggiungere, vorrei solamente ricordare che quando affrontiamo il tema della mancanza dell'acqua nel mondo, quando esaminiamo il dramma delle popolazioni che soffrono della scarsità di erogazione e distribuzione dell'acqua e spesso di quei paesi dove è totale l'assenza di questa risorsa vitale, e mi riferisco alla realtà che vive la vicina Africa, a pochi chilometri dalle nostre coste, ci rendiamo conto che è anche nostro interesse giungere ad una soluzione del problema, perché il fenomeno della desertificazione che si fa sempre più drammatico in numerose aree del mondo, a cominciare da vaste zone del continente africano, è un problema che viene poi ad investire necessariamente anche noi.
Quindi è nostro interesse risolvere il problema dell'acqua e cercare, come ha poc'anzi sottolineato il Senatore Pollice, di porre rimedio a queste problematiche affrontandole nella loro sostanza e di proporsi degli obiettivi concreti, cercando di realizzarli sia pure gradualmente sia in sede internazionale, in sede europea e, aggiungo, in sede nazionale.
La partecipazione così ampia di bambini al concorso "Immagini per la Terra", che ha dedicato una particolare attenzione al tema dell'acqua e alla montagna, che è strettamente connessa alla risorsa idrica, è la dimostrazione di una grande sensibilità. E pertanto vorrei invitarvi, una volta tornati nelle vostre case, tra i vostri amici, a trasmettere ai più grandi questa affezione verso le questioni delle risorse idriche e di far sì che vengano avvertite come un problema che ci investe tutti, perché gli sprechi sono dovunque e noi stessi, purtroppo, quotidianamente li incrementiamo. Affrontate, quindi, questo argomento e questa emergenza con maggiore impegno.
Poche settimane fa ho avuto occasione di sorvolare a bassa quota con l'elicottero larga parte della Sicilia e ho potuto ammirare molte più aree verdi di quante ne ricordavo. Questo è anche il frutto dell'opera che ci si è impegnati a realizzare anche in altre attività e settori connessi con l'acqua, che in qualche maniera, aiutano attraverso la cura della vegetazione, a produrre più acqua e permettere in tal modo la produzione delle colture di larga parte di quel territorio siciliano. In precedenti occasioni, invece, avevo avuto l'impressione, guardando gli stessi territori dall'alto, di trovarmi di fronte a zone abbandonate, proiettate sulla strada, purtroppo, della desertificazione.
Grazie bambini per quello che fate, continuate ad affrontare questi obiettivi e preparatevi alla vita con questi sentimenti che sono pieni di generosità, di attenzione ai problemi essenziali, di amore per la natura, di amore per tutti gli altri esseri umani.
Le vostre immagini hanno sempre una espressione poetica delle cose più semplici. I vostri disegni e le vostre piccole frasi sono di forte stimolo per noi grandi. Preparatevi alla vita in questo modo, con questi sentimenti, non solamente privilegiando l'amore verso gli altri ma anche avendo rispetto per l'ambiente, perché l'ambiente è la nostra vita e sappiamo che la vita è acqua e senza l'acqua non si può vivere.
Mi complimento quindi con tutti e vi faccio gli auguri più belli abbracciandovi affettuosamente.
leggi tutto