Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 440.016 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 10.445 audiovisivi; 16.918 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950;11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 168.952 comunicati di cui 28.360 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; oltre 500 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 24 maggio 2024)

 

lunedì
19 novembre 2001

Visita di Stato del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nella regione Piemonte. Commemorazione di Luigi Einaudi

Desidero esprimere il mio ringraziamento a Luca Einaudi, a Raffaele Costa, al Sindaco di Dogliani e a tutta la popolazione di Dogliani, che insieme alla Famiglia Einaudi, ha voluto riservarmi un così caloroso benvenuto.
Per me, quello odierno, è un pellegrinaggio grato e commosso. Sono qui a rendere onore a Luigi Einaudi come Presidente della Repubblica; sono qui come cittadino. Ma sono qui soprattutto come colui che ha avuto la ventura di trovarsi al governo dell'economia - prima in Banca d'Italia e poi al governo del Paese - per cercare di mettere in pratica gli insegnamenti e gli indirizzi che Luigi Einaudi aveva impresso.
Come Presidente della Repubblica mi auguro soltanto di poter portare a termine il mio mandato con la dignità con la quale lo terminò Luigi Einaudi. Grazie.
leggi tutto