Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 1.416 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 57.946 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 05 aprile 2021)

 

venerdì
11 giugno 1999

DURAZZO - INCONTRO CON IL CONTINGENTE ITALIANO ITALFOR

Nel breve appello alla Nazione, fatto per celebrare un giorno che significa l'inizio del superamento di questa grave crisi che abbiamo vissuto noi tutti europei nella terra del Kosovo, ho voluto rendervi onore. Ho usato queste parole: "rendervi onore", perché tale è l'espressione che si addice a tutti coloro i quali, in questa terra, stanno operando per il bene dell'umanità, facendo onore a quell'Italia, di cui sono figli.


Siete stati capaci di svolgere questa missione in vero spirito di pace.


Desidero rivolgere un grato pensiero al Presidente della Repubblica albanese che è qui con me. Abbiamo avuto un incontro che ha confermato le relazioni di amicizia, di collaborazione, di presenza attiva, per creare un futuro migliore alle popolazioni albanesi e italiane.


Vi ringrazio di cuore. Voi siete considerati da tutti gli italiani motivo di orgoglio. La missione umanitaria che state compiendo, ha portato sollievo a tutta la popolazione del Kosovo, a quei rifugiati che ora speriamo di potere ricondurre rapidamente nelle loro terre.


A voi rivolgo, come Presidente della Repubblica italiana, il più vivo ringraziamento, il più vivo plauso.


Grazie!

leggi tutto