Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

giovedì
18 gennaio 2007

Intervento, in forma ufficiale, alla cerimonia del 184° anniversario della fondazione del Corpo Forestale dello Stato, Tenuta di Castelporziano

9.40

I componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo del Quirinale (Palazzina) per recarsi a Castelporziano (pre-corteo: allegato).
Allegato: pre-corteo
Vettura con: Cons. BERARDUCCI, Cons. SECHI, Gen. MOSCA MOSCHINI;
Vettura con: Prof. MAZZUOLI.

9.30

Gli invitati alla cerimonia giungono nell'area antistante il Museo delle Carrozze e vengono avviati sulla tribuna presidenziale, dove prendono posto a sedere.

10.15

Giungono sul luogo della cerimonia i Rappresentanti degli Organi Costituzionali che, accolti da Cerimonieri della Presidenza della Repubblica, vengono accompagnati sulla tribuna presidenziale, dove sono in precedenza giunti i componenti il Seguito presidenziale.

10.00

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto il Palazzo del Quirinale, per recarsi a Castelporziano (scorta di Corazzieri in motocicletta dall'ingresso di Malafede). L'auto presidenziale è preceduta dalla vettura del cerimoniale con a bordo il Consigliere per la Stampa e l'Informazione, il Capo del Cerimoniale ed il Direttore della Sovraintendenza Centrale dei Servizi di Sicurezza.

10.25

Il corteo presidenziale giunge a Castelporziano (area antistante al Museo delle Carrozze). Disceso dalla vettura, il Capo dello Stato viene ricevuto dal Ministro delle Politiche Agricole e dal Capo del Corpo Forestale dello Stato. È altresì presente il Consigliere Militare. Dopo aver ricevuto gli onori militari, il Presidente della Repubblica passa in rassegna il reparto schierato con bandiera e banda*. Al termine della rassegna, il Capo dello Stato raggiunge la tribuna e, dopo aver salutato i Rappresentanti degli Organi Costituzionali, prende posto nella poltrona a lui riservata. Ha inizio la cerimonia: indirizzo di saluto del Capo del Corpo Forestale dello Stato, Ing. Cesare Patrone; intervento del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, On. Prof. Paolo De Castro; consegna, da parte del Presidente della Repubblica, della Medaglia d'Oro alla Bandiera del Corpo Forestale dello Stato; consegna, da parte del Presidente della Repubblica, della Medaglia d'Oro al Merito Civile alla memoria della Guardia Forestale Giovanni Spagnuolo; preghiera del Forestale a S. Giovanni Gualberto.
* In caso di maltempo, i prescritti onori al Presidente della Repubblica all'arrivo e al termine della Cerimonia, saranno resi da fermo, e la vettura presidenziale giungerà di fronte alla Tribuna.
Allegato
Conferimento alla Bandiera del Corpo Forestale dello Stato della medaglia d'oro al merito civile: motivazione.
Nel corso del triennio 2004-2006 il Corpo forestale dello Stato svolgeva, con encomiabile dedizione e spiccata professionalità, numerose azioni di contrasto alle violazioni in materia agroalimentare rivolte alla tutela del consumatore e alla protezione della salute dei cittadini, contribuendo fattivamente a garantire la sicurezza ed il rispetto della normativa comunitaria in materia. Gli interventi compiuti, con estrema abnegazione, rara perizia ed altissimo senso del dovere hanno arricchito la mirabile tradizione di valore ed efficienza del Corpo, suscitando, ancora una volta, la riconoscenza della Nazione tutta. 2004/2006 - Territorio nazionale. Conferimento alla memoria della Guardia Forestale Giovanni Spagnuolo della medaglia d'oro al merito civile: motivazione.
Impegnato nella cattura di un pericoloso pregiudicato, nel corso del conflitto a fuoco ingaggiato col malvivente, veniva mortalmente ferito da alcuni colpi sparati dal ricercato, immolando la vita ai più alti ideali di coraggio e spirito di servizio. Splendido esempio di elette virtù civiche ed altissimo senso del dovere.12 settembre 1984 - Montoro Inferiore (AV).

11.05

Dopo aver ricevuto gli onori militari finali da fermo, il Capo dello Stato prende congedo dalle Personalità presenti e, unitamente al Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali ed al Capo del Corpo Forestale dello Stato, effettua una visita allo stand istituzionale del Corpo Forestale dello Stato, allestito nell'Orto della Regina. Subito dopo il Capo dello Stato incontra a Villa delle Ginestre il Prof. Scarascia Mugnozza. Subito dopo, i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto la tenuta di Castelporziano per fare ritorno al Palazzo del Quirinale (cfr. pre-corteo: allegato, ore 9,40).

11.50

Il Presidente della Repubblica si congeda dalle Autorità presenti e lascia in auto, unitamente al Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, la Tenuta di Castelporziano per fare rientro al Palazzo del Quirinale.

12.20

L'auto presidenziale giunge al Palazzo del Quirinale (Palazzina).

IMMAGINI (5)