Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 440.016 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 10.445 audiovisivi; 16.918 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950;11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 168.952 comunicati di cui 28.360 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; oltre 500 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 21 giugno 2024)

Il Diario storico

 

giovedì
06 novembre 2003

Intervento del Presidente della Repubblica al varo del primo sommergibile U212A, costruito dalla FINCANTIERI, Genova

9.50

I componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo del Quirinale (Palazzina) per recarsi all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza) (pre-corteo: vedi allegato «1»).
Allegato «1»: pre-corteo
Vettura con: Cons. ALFONSO, Cons. PELUFFO, Cons. MARCHETTA;
Vettura con: Dott. ROMANO, Sig. OLIVERIO.

10.25

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Consigliere Militare, lascia in auto la Palazzina per recarsi all'eliporto del Palazzo del Quirinale, ove è ad attendere il Consigliere per gli Affari Interni. Decollo dell'elicottero presidenziale (A 109).

10.35

L'elicottero presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza), ove sono in precedenza giunti i componenti il Seguito presidenziale.

10.40

Decollo dell'aereo presidenziale (A 319).

11.15

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Pisa San Giusto (zona militare), ove il Capo dello Stato viene accolto, in forma strettamente privata, dal Prefetto di Pisa, Dott.ssa Maria Fiorella Scandura, e dal Comandante dell'Aeroporto, Gen. B.A. Walter Mauloni.

11.20

Decollo dell'elicottero presidenziale (EH 101) (sistemazione a bordo degli elicotteri: vedi allegato «2»).
Allegato «2»: sistemazione a bordo degli elicotteri
Elicottero presidenziale EH101: PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, Amm. Sq. BIRAGHI, Cons. RUFFO, Cons. ALFONSO, Cons. MARCHETTA, Prof. MAZZUOLI, Dott. ROMANO, Dott. DEL RICCIO, Dott. CATALANI, Sig. OLIVERIO, Paramedico, Fox.

11.35

L'elicottero presidenziale atterra ai Cantieri Navali del Muggiano, ove il Presidente della Repubblica viene accolto dal Prefetto di La Spezia, Dott. Luigi Piscopo, dal Presidente, Dott. Corrado Antonini, dal Vice Presidente, Dott. Roberto Tana, e dall'Amministratore Delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono. Subito dopo il Capo dello Stato si trasferisce in auto, unitamente al Consigliere Militare, per recarsi sul luogo della cerimonia (corteo: vedi allegato «1»).
Allegato «1»: corteo
Vettura presidenziale: PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, Amm. BIRAGHI;
Pulmino con: Cons. RUFFO, Cons. LEVI, Cons. PELUFFO, Cons. MARCHETTA, Dott. ROMANO, Sig. OLIVERIO.

11.45

Il corteo presidenziale giunge sul piazzale antistante il luogo della cerimonia. Sono ad accogliere il Capo dello Stato alla discesa della vettura, il Ministro della Difesa, il Capo di Stato Maggiore della Difesa ed il Capo di Stato Maggiore della Marina. Il Presidente della Repubblica passa quindi in rassegna un Reparto d'Onore schierato con Bandiera e banda. Al termine, il Capo dello Stato raggiunge la tribuna presidenziale e prende posto nella poltrona lui riservata. Ha inizio la cerimonia di varo del primo sommergibile U212A, costruito dalla FINCANTIERI. Interventi del: Amministratore Delegato della Fincantieri, Dott. Giuseppe Bono; Rappresentante delle maestranze, Sig. Andrea Gerini - Capo di Stato Maggiore della Marina, Amm. Sq. Marcello De Donno; Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Rolando Mosca Moschini;- Ministro della Difesa, On. Prof. Antonio Martino; lettura della motivazione della Medaglia d'Oro al Cap. Corv. Giuseppe Todaro; benedizione del Battello da parte del Vescovo di La Spezia S.E. Rev. ma Mons. Bassano Staffieri; lettura della preghiera del marinaio; taglio del nastro da parte della Signora Graziella Marina Todaro. Al termine e mentre il battello viene traslato verso la banchina, il Capo dello Stato, accompagnato dalle Autorità al seguito, compie una breve visita alla sezione del sommergibile Scirè, posizionata a fianco della tribuna presidenziale. Dopo essersi congedato dalle Autorità presenti, il Capo dello Stato riceve gli onori militari finali da fermo.

12.45

Il Presidente della Repubblica si trasferisce in auto, unitamente al Consigliere Militare, all'eliporto dello stabilimento del Muggiano (cfr. corteo: vedi allegato «1», ore 11,35).

12.50

Dopo aver preso congedo dal Prefetto di La Spezia, dal Presidente, dal Vice Presidente e dall'Amministratore Delegato di Fincantieri, prende posto a bordo dell'elicottero presidenziale. Decollo dell'elicottero presidenziale (EH101) (cfr. sistemazione a bordo degli elicotteri: vedi allegato «2», ore 11,20).

13.15

L'elicottero presidenziale atterra all'Aeroporto di Pisa San Giusto (zona militare). Dopo essersi congedato dal Prefetto di Pisa e dal Comandante dell'Aeroporto, il Capo dello Stato si trasferisce a bordo dell'aereo presidenziale.

13.20

Decollo dell'aereo presidenziale (A 319).

14.00

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza). Il Presidente della Repubblica prende quindi posto a bordo dell'elicottero presidenziale, unitamente al Consigliere Militare ed al Consigliere per gli Affari Interni. Decollo dell'elicottero presidenziale (A109).

14.10

L'elicottero presidenziale atterra all'eliporto del Palazzo del Quirinale.