Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 440.016 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 10.445 audiovisivi; 16.918 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950;11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 168.952 comunicati di cui 28.360 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; oltre 500 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 19 aprile 2024)

Il Diario storico

 

sabato
01 giugno 2002

Visita del Presidente della Repubblica al Complesso Monumentale del Vittoriano

9.45

L'auto presidenziale, proveniente dal Gianicolo, giunge sulla Piazza del Campidoglio. Disceso dalla vettura, il Presidente della Repubblica viene accolto dal Ministro della Difesa, On. Prof. Antonio Martino, dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali, On. Prof. Giuliano Urbani, e dal Sindaco di Roma, On. Walter Veltroni. Sono altresì presenti la Signora Ciampi, il Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, il Consigliere per gli Affari Giuridici e le Relazioni Costituzionali ed il Consigliere per la conservazione del patrimonio artistico della dotazione presidenziale, ivi giunti in precedenza. Il Capo dello Stato, unitamente alla Signora Ciampi ed alle altre Autorità, raggiunge, salendo la Scala dell'Arce Capitolina, il cancello del Convento dell'Ara Coeli. Dopo aver aperto il cancello, il Presidente della Repubblica viene accolto dal Padre Provinciale del Terzo Ordine Francescano dei Frati Minori, Fratel Bernardo, ed accompagnato sulla Terrazza, dove è allestita un'esposizione di venti preziose incisioni del Convento prima della costruzione dell'Altare della Patria, che viene illustrata dal Sovrintendente per i Beni Artistici e Storici di Roma, Prof. Claudio Strinati. Dopo una breve sosta al vista point, il Capo dello Stato attraversa la Terrazza del Bollettino e raggiunge le sale dove è allestita la mostra virtuale "Mille Italie, una Patria", che viene illustrata dal Maestro Carlo Rambaldi. Al termine, il Capo dello Stato si reca al Sacrario delle Bandiere, dove visita la mostra "I pittori soldato della prima guerra mondiale", illustrata dal Presidente dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Prof. Giuseppe Talamo, ed assiste alla proiezione del breve filmato dell'Istituto Luce sul trasporto della Salma del Milite Ignoto da Aquileia a Roma nel 1921. Successivamente, il Presidente della Repubblica raggiunge, salendo con l'ascensore, il Museo Centrale del Risorgimento, dove è allestita la mostra "Unità della lingua, Unità della Nazione", illustrata dal Presidente dell'Accademia della Crusca, Prof. Francesco Sabatini. Contemporaneamente, la Signora Ciampi si congeda dalle Autorità presenti e lascia il Vittoriano per fare rientro in auto al Palazzo del Quirinale (Palazzina). Dopo aver raggiunto il secondo piano dell'Ala Brasini, il Presidente della Repubblica visita la mostra "Garibaldi 1882-2002", che viene illustrata dall'Ordinario di Storia del Risorgimento presso l'Università di Napoli, Prof. Alfonso Scirocco. Subito dopo, scendendo con l'ascensore al piano terreno, il Capo dello Stato visita la mostra "Un ricordo di Benedetto Croce", illustrata dal Presidente dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Prof. Giuseppe Talamo.

11.10

Il Capo dello Stato lascia il Complesso Monumentale del Vittoriano (ingresso del Museo Centrale del Risorgimento) e, unitamente alla Signora Ciampi, prende posto a bordo dell'auto presidenziale per fare rientro al Palazzo del Quirinale (corteo: vedi allegato).
Allegato: corteo
Vettura presidenziale (con scorta di Corazzieri in motocicletta): PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, Signora Ciampi;
Vettura con: Cons. GIFUNI (*);
Vettura con: Prof.ssa DECARO, Cons. SECHI;
Vettura con: Amm. BIRAGHI, Dott. RUFFO, Dott. ALFONSO;
Vettura con: Dott. PELUFFO, Prof. GODART, Cons. TAVORMINA;
Vettura con: Prof. MAZZUOLI, Dott. ROMANO;
Vettura con: Paramedico, Ufficio Stampa.
(*) Al ritorno il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica ha preso posto a bordo della vettura presidenziale.

11.15

L'auto presidenziale giunge al Palazzo del Quirinale (Palazzina).