Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.196 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 30 luglio 2021)

Il Diario storico

 

domenica
14 ottobre 1973

Visite ufficiali del Presidente della Repubblica a: Genova, in occasione delle celebrazioni colombiane; Ferrara ed Argenta, per le celebrazioni del 50° anniversario della morte di Don Minzoni; Carpi (Modena), per l'inaugurazione del Museo Monumento al deportato politico e razziale nei campi di sterminio nazisti (12-14 ottobre 1973)

9,40

Il Presidente della Repubblica lascia la Prefettura di Ferrara e, a piedi, si reca dinanzi alle lapidi dei Martiri dell'eccidio del 1943. Dopo avere brevemente sostato in raccoglimento, il Capo dello Stato - accompagnato dal Consigliere Militare e dal Comandante della Regione Militare - passa in rassegna la Compagnia d'onore schierata con bandiera e musica.

9,45

Dopo essersi accomiatato dalle Autorità, il Presidente della Repubblica lascia Ferrara per recarsi a Carpi (Km. 95 circa su autostrada) (corteo privato: alleg. «D»).
Allegato «D»: corteo privato
vettura del cerimoniale:
Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare Aggiunto di servizio, Comandante dei Corazzieri;
vettura presidenziale (auto di rappresentanza scortata da Corazzieri in motocicletta):
Presidente della Repubblica, Commissario del Governo presso la Regione;
vettura di servizio con l'Ispettore Generale Capo di P.S. del Quirinale;
A) Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare del Presidente della Repubblica;
B) Consigliere Parlamentare del Presidente della Repubblica, Capo della Segreteria Particolare e del Servizio Stampa, Dott. Mauro Leone.
Sul percorso autostradale dal Casello di Ferrara al Casello di Carpi viene utilizzata una autovettura FIAT 130.

11,00

Il corteo presidenziale, proveniente da Ferrara, giunge a Piazza dei Martiri a Carpi. Disceso dalla vettura, il Capo dello Stato - accompagnato dal Consigliere Militare e dal Comandante della Regione Militare - passa in rassegna una compagnia d'onore schierata con bandiera e musica. Al termine della rassegna, il Capo dello Stato incontra - all'ingresso laterale del Castello dei Pio - i rappresentanti della Camera e del Senato, del Governo, della Corte Costituzionaie, i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale, il Prefetto di Modena, il Sindaco di Carpi, il Primo Presidente e il Procuratore Generale della Corte d'appello, il Comandante del Dipartimento Militare Marittimo, il Comandante della Regione Aerea ed il Presidente dell'Amministrazione Provinciale. Accompagnato dalle predette Autorità e dal Seguito, il Presidente della Repubblica accede quindi al Museo-Monumento al Deportato Politico e Razziale nei campi di sterminio nazisti. Dopo la benedizione impartita dal Vescovo di Carpi, il Capo dello Stato incontra i componenti del Comitato Promotore del Museo-Monumento e visita successivamente le Sale.

11,20

Conclusa la visita, il Presidente della Repubblica accompagnato dalle Autorità e dal seguito si reca alla Tribuna presidenziale allestita in Piazza dei Martiri e prende posto nella poltrona centrale della prima fila. Vengono officiati i riti religiosi cattolico (Messa) ed ebraico.

11,45

Terminate le funzioni religiose, hanno inizio i discorsi:
- saluto del Sindaco di Carpi, Onorio Campedelli;
- illustrazione del Museo-Monumento da parte del Presidente del Comitato Promotore, Bruno Dosi;
- orazione ufficiale del Senatore Umberto Terracini.

12,50

Il Presidente della Repubblica, unitamente alle Autorità ed al seguito, si reca quindi a piedi alla rinnovata sede della Cassa di Risparmio di Carpi, accolto, all'ingresso, dal Presidente Comm. Attilio Sacchetti e dal Direttore generale Cav. Augusto Bulgarelli. Dopo una visita al Salone degli Affari al piano terra, il Capo dello Stato si reca al primo piano nella Sala del Consiglio. Qui, dopo la presentazione dei componenti del Consiglio di Amministrazione e di una rappresentanza dei lavoratori, il Presidente dell'Istituto rivolge al Capo dello Stato un indirizzo di saluto. Segue un breve rinfresco.

13,10

Il Presidente della Repubblica accompagnato dalle Autorità e dal seguito, si reca quindi a piedi al Palazzo Comunale. Nell'Aula Consiliare, presentazione dei componenti del Consiglio comunale e consegna di una medaglia ricordo del Museo Monumento.

13,30

Il Presidente della Repubblica lascia il Palazzo Comunale e, dopo aver passato in rassegna - accompagnato dal Consigliere Militare e dal Comandante della Regione Militare - la compagnia d'onore schierata con bandiera e musica dinanzi al Comune di Carpi, si accomiata dalle Autorità e prende posto in auto per recarsi alla Prefettura di Modena (Km. 18) (corteo privato: alleg. «A»).

13,50

Il corteo presidenziale giunge dinanzi alla residenza del Prefetto di Modena.

14,00

Colazione privata.

15,30

Il Capo dello Stato lascia l'alloggio prefettizio per recarsi alla stazione ferroviaria di Modena (corteo privato: alleg. «A»).

15,40

Partenza del treno presidenziale.

21,10

Il treno che reca a bordo il Capo dello Stato giunge alla stazione ferroviaria di Roma Ostiense.

discorsi svolti nella stessa giornata

Per l'inaugurazione del Museo-Monumento al Deportato (pdf)