Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

mercoledì
25 novembre 1992

Intervento del Presidente della Repubblca - in forma privata - a Padova per la cerimonia commemorativa del Prof. Giuseppe Bettiol, nel decimo anniversario della scomparsa

7,50

Il Presidente della Repubblica lascia in auto l'abitazione per recarsi all'Aeroporto di Ciampino.

8,10

Il Presidente della repubblica giunge all'Aeroporto di Ciampino (CAI), dove sono in precedenza convenuti il Segretario generale della Presidenza della Repubblica e gli altri componenti il Seguito presidenziale.

8,20

Decollo dell'aereo presidenziale.

9,15

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto "Marco Polo" di Venezia, dove il Capo dello stato è accolto - in forma strettamente privata - dal Prefetto di Venezia e dal Direttore dell'Aeroporto. I componenti il Seguito presidenziale prendono subito posto in auto per recarsi a Padova (corteo: alleg. «A»). Il Presidente della repubblica, accompagnato dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia a sua volta l'Aeroporto di Venezia per recarsi in auto a Padova.
Allegato «A»: corteo
vettura con
Pref. JANNELLI, Dott. SCELBA;
vettura con
Dott. MESSINA, Dott. GORI.

9,50

Il Corteo presidenziale giunge dinanzi alla cappella di S. Caterina da Alessandria. Disceso dalla vettura, il Presidente della Repubblica viene ricevuto dal Sindaco di Padova. All'ingresso della Cappella si trovano ad accogliere il Capo dello Stato il Commissario del Governo per la Regione Veneto, il Prefetto di Padova, il Rettore dell'Università degli Studi di Padova, il Preside della Facoltà di Giurisprudenza ed i famigliari del Prof. Giuseppe Bettiol.

10,00

S. Messa celebrata dall'Arcivescovo di Padova, S.E. Rev.ma Mons. Antonio Mattiazzo.

10,35

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Sindaco di Padova, prende posto in auto per recarsi all'Università degli Studi. Subito dopo, le Personalità che hanno accolto all'arrivo il Capo dello Stato, il Segretario generale della Presidenza della Repubblica e gli altri componenti il Seguito presidenziale lasciano a Loro volta la Cappella di S. Caterina d'Alessandria per recarsi all'Università (corteo: alleg. «B»).
Allegato «B»: corteo
vettura "1"
Presidente della Giunta Regionale del Veneto;
vettura "A"
Cons. GIFUNI, Prefetto di Padova, Commissario del Governo;
vettura "B"
Pref. JANNELLI, Dott. SCELBA;
vettura "C"
Dott. MESSINA, Dott. GORI.

10,40

Il Presidente della Repubblica giunge all'Università degli Studi di Padova, dove è accolto dal Rettore ed accompagnato, salendo con l'ascensore, al piano di rappresentanza. Nello studio del Rettore, il Capo dello Stato incontra i componenti del Senato Accademico e del Comitato delle celebrazioni del IV centenario dell'insegnamento di Galileo Galilei all'Università di Padova. Il Presidente della Repubblica incontra quindi gli oratori della cerimonia. Successivamente, il Capo dello Stato ha un colloquio con i famigliari del Prof. Giuseppe Bettiol.

11,05

Il Presidente della Repubblica fa ingresso nell'Aula Magna e prende posto nella poltrona centrale della prima fila. Ha inizio la cerimonia commemorativa del Prof. Giuseppe Bettiol, nel decimo anniversario della scomparsa:
- saluto del Rettore dell'Università degli Studi di Padova, Prof. Mario Bonsembiante;
- introduzione del Preside della Facoltà di Giurisprudenza, Prof. Francesco Gentile;
- intervento del Prof. Giuliano Vassalli, Giudice della Corte costituzionale;
- intervento del Prof. Hans-Heinrich Jescheck, Professore Emerito di Diritto Penale nell'Università degli Studi di Friburgo;
- intervento del Prof. Eugenio Raul Zaffaroni, Professore di Diritto Penale nell'Università degli Studi di Buenos Aires.

12,10

Il Presidente della Repubblica fa ritorno nello Studio del Rettore, dove incontra una rappresentanza delle associazione studentesche dell'Università di Padova ed i rappresentanti del personale dell'Ateneo.

12,30

Il Capo dello Stato incontra, nella Sala della Nave, il Prof. Antonio Papisca, Direttore della Scuola di specializzazione in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani, il quale, unitamente al Prof. Giuseppe Flores d'Arcais, Ordinario di Pedagogia, ed al Dott. Marco Mascia, Ricercatore, illustra al Presidente della Repubblica un progetto di educazione a "diritti umani e democrazia" per unità territoriali didattiche integrate Nord-Centro-Sud.

12,50

Il Presidente della repubblica, accompagnato dal Rettore dell'Università, lascia l'Ateneo, passando per il Cortile Antico, e raggiunge Via 8 Febbraio 1848, dove sale su una pedana, ivi allestita, unitamente al Presidente della Giunta Regionale del Veneto, al Commissario di Governo per la Regione Veneto, al Prefetto ed al Sindaco di Padova, al Presidente della Provincia, al Rettore dell'Università di Padova ed ai componenti il Seguito presidenziale. È presente anche lo scultore Gio Pomodoro. Ha inizio la cerimonia di consegna alla città di Padova, per iniziativa dell'Ateneo patavino, della stele bronzea "Spirale per Galileo", opera di Gio Pomodoro, simbolo della Scienza nel suo progredire:
- intervento del rettore dell'Università degli Studi di Padova, Prof. Mario Bonsembiante;
- intervento del Sindaco di Padova, Dott. Paolo Giaretta.

13,10

Il Capo dello Stato, accompagnato dal Sindaco e dalle altre Personalità innanzi citate, si reca a piedi al Palazzo Comunale. Dopo una breve sosta nello studio del Sindaco, il Presidente della Repubblica incontra nella Sala Giunta i componenti del Consiglio Comunale. Breve saluto del Sindaco. Successiva firma del Registro d'Onore del Comune di Padova, da parte del Presidente della Repubblica.

13,40

Dopo aver visitato la Sala della Ragione, il Presidente della Repubblica scende nel cortile del Palazzo e, una volta accomiatatosi, lascia in auto il Municipio di Padova. Subito dopo, i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo Comunale.

14,00

Colazione privata in città. Pausa pomeridiana.

16,00

Il Capo della Stato giunge in auto alla Sala della Gran Guardia, dove è accolto dal Prefetto e dal Sindaco di Padova. Sono presenti i componenti del Seguito. Incontro del Presidente della Repubblica, nella Sala della Gran Guardia, con una rappresentanza delle Associazioni giovanili di formazione socio-politica, culturali, cattoliche, di Cooperative studentesche di servizi e di Centri di servizio sociale, operanti nella realtà cittadina.

17,45

Dopo aver preso congedo dal Prefetto e dal Sindaco di Padova, il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto Padova per recarsi all'Aeroporto di Venezia. Immediatamente prima, gli altri componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto Padova a loro volta per recarsi all'Aeroporto di Venezia.

18,15

Il corteo presidenziale giunge all'Aeroporto "Marco Polo" di Venezia, dove il Capo dello Stato viene ricevuto, in forma strettamente privata, dal Prefetto di Venezia e dal Direttore dell'Aeroporto.

18,25

Decollo del velivolo presidenziale.

19,20

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (CAI). Il Presidente della Repubblica prende posto in auto per recarsi alla propria abitazione.

19,45

Il Presidente della Repubblica giunge all'abitazione.