Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 440.016 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 10.445 audiovisivi; 16.918 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950;11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 168.952 comunicati di cui 28.360 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; oltre 500 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 12 aprile 2024)

Il Diario storico

 

sabato
03 agosto 1963

Visita delle LL.EE. il Presidente della Repubblica e la Signora Segni nella Repubblica federale di Germania (31 luglio - 3 agosto 1963)

9.15

Il Senatore Piccioni e le altre Personalità del seguito lasciano l'Hotel
Koenigshof per recarsi all'aeroporto di Bonn-Wahn.
Le vetture sostano a Villa Hammerschmidt per formare il corteo presidenziale.

9,20

Il Presidente della Repubblica e la Signora Segni, il Presidente Federale e la Signora Lubke lasciano Villa Hammerschmidt per recarsi all'aeroporto di Bonn-Wahn.

10.00

Il corteo giunge all'aeroporto di Bonn-Wahn.
I due Capi di Stato, accompagnati dal Ministro Federale della Difesa von Hassel, dall'Ispettore Generale dell'Esercito Generale Foertsch e dal Consigliere Militare e del Presidente della Repubblica Generale Scotti, passano in rivista un reparto d'onore dell'Esercito Federale.
Nel frattempo la Signora Segni e la Signora Lubke, il Senatore Piccioni, l'Ambasciatore di Germania a Roma e la Signora Klaiber, l'Ambasciatore d 'Italia e la Signora Guidotti, nonché le altre Personalità del seguito si portano nel settore adiacente alla scaletta dell'aereo, dove s'incontrano col Cancelliere Federale Dr. Adenauer e col Ministro Federale degli Esteri Dr. Schroder. Sono altresì presenti: il Segretario di Stato Globke, il Segretario di Stato Carstens, il Segretario di Stato Lahr, il Ministro Consigliere dell'Ambasciata d'Italia Dr. Paulucci, gli Addetti aeronautico, militare e navale nonché i funzionari dell'Ambasciata.
I due Capi di Stato raggiungono il gruppo delle personalità convenute e le salutano.
Il Senatore Piccioni e le altre personalità del seguito prendono posto nell'aereo.
La Signora Segni sale nell'aereo.
Il Presidente della Repubblica, dopo aver salutato la scorta d'onore, si accomiata dal Presidente Federale e dalla Signora Lubke e sale nell'aereo.

10.15

Decollo dell'aereo presidenziale, diretto a Roma (Aeroporto di Ciampino Ovest).

12,50

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino Ovest. L'atterraggio avverrà sulla pista antistante la stazione arrivi, ove sarà allestita un'apposita tribuna che ospiterà le Rappresentanze Diplomatiche accreditate presso il Quirinale, i Membri del Governo, le Autorità politiche, civili e militari nonché la stampa. Al momento dell'atterraggio dell'aereo gli Onorevoli Presidenti del Senato, della Camera, del Consiglio dei ministri, della Corte costituzionale e il Ministro della Difesa, si recheranno alla scaletta di sbarco per rendere il primo saluto al Capo dello Stato. La Consorte del Presidente del Consiglio dei ministri, Signora Leone, e la Consorte del Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Signora Strano, porgeranno il saluto a Donna Laura Segni. Quindi il Capo dello Stato, accompagnato dal Ministro della Difesa e dal Consigliere Militare, passerà in rassegna un picchetto d'onore schierato con bandiera e musica. Il Capo dello Stato, dopo aver passato in rassegna il picchetto d'onore, si dirigerà al settore delle Autorità, ove riceverà il saluto e l'omaggio delle Rappresentanze Diplomatiche, dei Membri del Governo e delle altre Autorità. Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalle Autorità e dal Seguito, si porterà verso il settore riservato alla Stampa, per eventuali dichiarazioni. Quindi il Capo dello Stato e la Signora Segni raggiungeranno l'autovettura per rientrare al Palazzo del Quirinale. In caso di pioggia la cerimonia avverrà nella Sala Rossa della Palazzina, dell'Aerostazione.