Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

domenica
12 giugno 1960

Programma dell'intervento del Presidente della Repubblica alla celebrazione dell'VIII° Centenario della "Civilis Constitutio" di Pisa, alla Mostra degli affreschi e di sinopie del Camposanto Monumentale di Pisa, alla Mostra del pittore, scultore, incisore Giuseppe Viviani allestita nei locali del Museo Nazionale di Pisa e alla V^ Regata storica delle Antiche Repubbliche Marinare

8,30

Il Presidente della Repubblica giunge, in forma privata, all'Aeroporto di Ciampino Ovest.

8,40

L'aereo presidenziale decolla da Ciampino.

9,45

L'aereo presidenziale atterra all'aeroporto di S. Giusto (Pisa). Disceso dall'aereo il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Consigliere Militare, dal Comandante della ZAT e dal Generale Comandante l'Aeroporto passa in rassegna una Compagnia d'onore, schierata con Bandiera e musica. Al termine dello schieramento sono a ricevere il Capo dello Stato: i rappresentanti del Senato, della Camera, del Governo e della Corte costituzionale, il Pro-Sindaco, il Prefetto, il Comandante della Regione Militare, il Primo Presidente e il Procuratore Generale della Corte d'appello, il Presidente dell'Amministrazione Provinciale e le altre autorità. Si forma il seguente corteo ufficiale:
A - Questore e Comandante dei Carabinieri;
B - Segretario Particolare del Presidente della Repubblica e Capo Ufficio Stampa (non hanno partecipato perché hanno perduto l'aereo);
C - Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare Aggiunto e Comandante dei Corazzieri;
vettura presidenziale (scortata da corazzieri in motocicletta): Signor Presidente, Pro-Sindaco, Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare;
1) Rappresentanti del Senato e della Camera;
2) Rappresentanti del Governo e della Corte costituzionale;
2 bis) Prefetto;
D) Ispettore Generale Capo di P.S. del Quirinale;
3) Primo Presidente e Procuratore Gen. della Corte d'appello (non hanno partecipato perché hanno perduto l'aereo);
4) Comandante della Regione Militare e Comandante della ZAT;
5) Presidente dell'Amministrazione Provinciale.

10,00

Il Presidente della Repubblica giunge al Palazzo Pretorio di Pisa (Lungarno Galilei) e accede alla Sala Consiliare al primo piano per la cerimonia celebrativa dell'VIII° Centenario della "Civilis Constitutio" di Pisa (1160-1960). Ha inizio la cerimonia
- saluto del Pro-Sindaco di Pisa, Prof. Enrico Pistolesi;
- brevi parole del Prof. Amerigo D'Auria, libero docente di Storia del diritto Italiano dell'Università degli Studi di Milano, per illustrare il volume dal medesimo compilato ed edito a cura del Comune di Pisa, dal quale risulta che Pisa, nel Medioevo, fu il primo Comune d'Italia a istituire una giurisdizione civile propria;
- discorso commemorativo ufficiale della manifestazione da parte del Giudice Costituzionale Prof. Avv. Nicola Jaeger.

11,10

Ha termine la cerimonia. Breve sosta del Signor Presidente nelle sale di rappresentanze, mentre autorità e pubblico lasciano il Palazzo Pretorio per recarsi al Camposanto Monumentale di Pisa.

11,20

Il Capo dello Stato lascia, con il seguito, il Palazzo Pretorio (corteo stessa formazione).

11,30

Il Presidente della Repubblica giunge al Camposanto Monumentale dove presenzia all'inaugurazione della Mostra degli Affreschi distaccati e delle Sinopie. L'Operaio Presidente dell'Opera della Primaziale di Pisa, Avv. Giuseppe Ramalli, rivolge brevi parole di saluto al Capo dello Stato. Segue l'offerta al Presidente della Repubblica di una medaglia ricordo e del volume "Affreschi e Sinopie", edito, per l'occasione, dall'Opera della Primaziale.

11,40

Visita ed illustrazione della Mostra da parte dell'Avv. Ramalli e del Soprintendente ai Monumenti di Pisa Prof. Piero Sampaolesi.

12,10

Terminata la visita della Mostra il Capo dello Stato, accompagnato dal seguito, lascia il Camposanto Monumentale e si reca, a piedi, al Duomo per assistere alla S. Messa.

12,40

Il Capo dello Stato lascia il Duomo e si reca, in forma privata, a San Rossore.

18,00

Il Presidente della Repubblica giunge, in forma privata, al Museo Nazionale di Pisa per l'inaugurazione della Mostra dell'opera pittorica e grafica di Giuseppe Viviani.

18,25

Il Presidente della Repubblica lascia il Museo Nazionale e, piedi, si trasferisce alla tribuna allestita sul Lungarno Mediceo, di fronte al Palazzo del Governo, per assistere alla sfilata del Corteo Storico delle Repubbliche Marinare. L'arrivo del Presidente della Repubblica e le successive fasi del Corteo storico, della regata e della premiazione dei vincitori vengono riprese dalla Televisione.

18,35

Sfilata del Corteo storico dinanzi alla tribuna presidenziale.

18,55

Termine del Corteo e consegna al Capo dello Stato, da parte del Comm. Carlo Vallini, Presidente del Comitato Generale della Regata, d'una medaglia ricordo, coniata in occasione della V^ Regata storica.

19,10

Arrivo delle quattro imbarcazioni partecipanti alla Regata e consegna, da parte del Capo dello Stato, dei premi all'equipaggio vincitore ed agli altri equipaggi.

19,20

Il Capo dello Stato lascia la tribuna e, accompagnato dal Consigliere Militare e dal Comandante della Regione Militare passa in rassegna una Compagnia d'onore schierata con Bandiera e musica e, dopo aver ricevuto l'omaggio delle autorità, si reca, in forma privata, a San Rossore, rientrando a Roma il giorno successivo in aereo. Il seguito del Signor Presidente rientra a Roma la sera stessa in aereo.