Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 44.350 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 357 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 168.294 fotografie; 11.436 complessi archivistici; 6.523 discorsi e interventi; 5.249 atti firmati; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 109 volumi in Biblioteca digitale per un totale di 22.673 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 762 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 780.000 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 25 febbraio 2019)

 

 

25 giugno 2009

Inaugurazione della nuova sede dell'Archivio Storico

Roma - Palazzo Sant'Andrea

Il 25 giugno 2009, alla presenza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, è stata inaugurata la nuova sede dell'Archivio storico della Presidenza della Repubblica nel Palazzo Sant'Andrea, in via del Quirinale 30.
L'Archivio storico è stato istituito nel 1996 e formalizzato con legge 13 novembre 1997, n. 395, che modifica il titolo della legge del 1971 istitutiva degli archivi storici delle due Camere del Parlamento in "Archivi storici degli organi costituzionali". All'istituzione dell'Archivio storico è seguita l'approvazione di un Regolamento apposito, che ne disciplina le funzioni.
L'Archivio storico provvede alla conservazione e alla valorizzazione di tutti gli archivi e singoli documenti prodotti o ricevuti nell'ambito dell'attività della Presidenza della Repubblica. Svolge anche funzioni di supporto all'attività del Capo dello Stato e all'attività interna del Segretariato generale.
L'Archivio storico conserva la documentazione della Presidenza dal 1948 in poi, con precedenti del periodo regio e del biennio 1946-1948. Attualmente il patrimonio documentario ammonta a circa 6.000 metri lineari e comprende anche un ricchissimo archivio fotografico, circa 5.200 audiocassette e 1.500 videocassette. Nella nuova sede è previsto spazio adeguato per l'acquisizione dei futuri versamenti.
L'Archivio storico è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18. Per accedere occorre presentare una domanda scritta, il cui facsimile è qui reperibile.
La nuova sede, prestigiosa e funzionale, è dotata di un'ampia sala di studio, di una fornita biblioteca di settore, di una sala multimediale per la consultazione del materiale informatico e audiovisivo, nonché di un'attrezzata e capiente sala convegni, che consentirà di organizzare eventi culturali, giornate di studi, seminari, mostre e visite guidate.
I lavori di consolidamento e restauro del Palazzo Sant'Andrea, già sede del Ministero della Real Casa, hanno richiesto un'accurata analisi sotto il profilo storico e tecnico dell'edificio che, costruito nell'Ottocento, incorpora parti di edifici anteriori, tra cui un corpo tangente all'abside della Chiesa di S'Andrea al Quirinale. Ciò ha richiesto particolare attenzione per garantire che tutti gli interventi fossero rispettosi delle tecniche e dei materiali usati in origine