Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

 

mercoledì
11 maggio 2005

Intervento del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi a Tivoli per la cerimonia inaugurale della restaurata Villa Gregoriana

Poche parole, ma dette di tutto cuore.
Prima di tutto grazie a tutti i cittadini di Tivoli per il forte abbraccio che ha voluto dare a questa visita di mia moglie e mia. Un Abbraccio che ricambio di cuore e che ricorda, come poco fa ha ricordato il Sindaco, l'incontro che ho avuto qua quattro anni fa. Quindi sono lieto di essere di nuovo a Tivoli per aprire una restaurata villa. Allora, ricordo, fu Villa d'Este, oggi Villa Gregoriana.
Poi, non posso mai dimenticare quello che è la cosa che più mi piace di Tivoli che è Villa Adriana. Villa Adriana ce l'ho nel cuore: era la meta di tante mie fine settimana quando io e mia moglie eravamo più giovani insieme ai nostri figli quando erano ragazzi. Arrivavamo qua e Villa Adriana era veramente una passeggiata straordinaria per poi fermarci in qualche buon ristorante di Tivoli.
Il mio ringraziamento per questa Villa Gregoriana, questo nuovo gioiello, va a tutti quanti coloro che hanno collaborato in questa realizzazione.
Mi fa piacere intanto che oggi vi vedo qua riuniti, autorità civili e religiose, di vedere qua presenti tutte le istituzioni dello Stato, dal Parlamento al Governo, alla Regione, alla Provincia, al Comune e imprese private che hanno dato il loro sostegno perché questa realizzazione potesse avvenire.
Questo è quello che predico ormai da sei anni in Italia da ogni parte all'altra: ci vuole questa coesione fra tutte le forze vive, fra tutte le istituzioni. La parte politica è importante, io non trascuro quella, ma certamente quando vediamo come la Regione quando aveva un'amministrazione di un certo colore aveva cominciato un lavoro, lo ha completato un'Amministrazione di un altro colore è estremamente positivo. Ciò non toglie niente a questa continuità di partecipazione convinta di tutte le istituzioni interessate a mantenere questa nostra Italia quella che è.
Villa Gregoriana è un esempio di un patrimonio italiano che, ricordiamo, è la nostra forza. Siamo unici al mondo in questo. In tante altre cose altri competono con noi, ci superano anche, ma nel patrimonio artistico e culturale nessuno ci supera. E quindi abbiamo il diritto dovere di mantenere queste nostre eredità, che abbiamo avuto, inalterate per le future generazioni.
Quindi, grazie a tutti, grazie di cuore. Non ringrazio personalmente ciascuno di voi ma veramente questa è stata una magnifica giornata non solo perché c'è il sole ma è bello quello che voi avete fatto. Grazie.
leggi tutto