Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

venerdì
16 marzo 2007

Visita del Presidente della Repubblica alla città di Bologna (15-16 marzo 2007)

8.50

Il Presidente della Repubblica, unitamente alla Signora Napolitano, lascia a piedi l'Albergo Novecento per recarsi in Prefettura.

8.55

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano giungono al Palazzo del Governo, ove vengono accolti dal Prefetto ed accompagnati, salendo con l'ascensore, al Piano Nobile.

9.00

Il Capo dello Stato incontra nella Sala Rossa la Signora Biagi.

9.25

Il Capo dello Stato, unitamente alla Signora Napolitano, lascia in auto il Palazzo del Governo per recarsi all'Università degli Studi di Bologna (cfr. corteo: all. «1», giovedì 15 marzo 2007, ore 17,20).

9.30

Il corteo presidenziale giunge all'Università degli Studi di Bologna, al cui ingresso il Presidente della Repubblica è accolto dal Rettore, Prof. Pier Ugo Calzolari. Sono altresì presenti i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, il Sindaco ed il Presidente della Provincia di Bologna. Dopo aver compiuto una breve visita all'Aula Carducci, illustrata dal Prof. Giampaolo Brizzi, il Capo dello Stato si reca, salendo per lo Scalone, nello Studio del Rettore ove sono ad attendere i Pro-Rettori. Firma dell'Albo d'Onore dell'Ateneo. Subito dopo, il Capo dello Stato si reca nell'Aula Magna della Biblioteca Universitaria, ove prende posto nella poltrona riservatagli. Ha quindi inizio un breve incontro con il Rettore ed i Capi dei Dipartimenti dell'Università.

10.20

Il Capo dello Stato, unitamente alla Signora Napolitano, lascia in auto il Rettorato per recarsi al nuovo edificio destinato alla Facoltà di Giurisprudenza (cfr. corteo: all. «1», giovedì 15 marzo 2007, ore 17,20).

10.25

Il corteo presidenziale giunge alla Facoltà di Giurisprudenza. Accolto dal Rettore, ivi in precedenza giunto, il Presidente della Repubblica viene accompagnato nell'atrio ove procede allo scoprimento di una targa a ricordo della visita. Subito dopo il Capo dello Stato si trasferisce all'attigua Università Johns Hopkins, ove accolto dal Direttore, Prof. Kenneth H. Keller, compie una breve visita.

10.45

Il Capo dello Stato lascia in auto, unitamente al Consigliere e Direttore dell'Ufficio di Segreteria, l'Università per recarsi alla Ducati (cfr. corteo: all. «1», giovedì 15 marzo 2007, ore 17,20). La Signora Napolitano segue un programma privato.

11.00

Il corteo presidenziale giunge alla Ducati, ove il Capo dello Stato è accolto dal Presidente, Dott. Federico Minoli, ed accompagnato all'interno della fabbrica, dove compie una visita allo stabilimento ed alla linea di montaggio. Sono altresì presenti i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, il Sindaco ed il Presidente della Provincia di Bologna, ivi in precedenza giunti. Incontro con le maestranze. Brevi saluti: del Presidente della Ducati, Dott. Federico Minoli; del rappresentante delle maestranze, Sig. Salvatore Berarducci.

11.45

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalle sopraccitate Autorità, si trasferisce all'Auditorium, dove ha luogo un incontro con gli esponenti del mondo imprenditoriale regionale. Interventi del: Presidente di Unioncamere regionale, Dott. Andrea Zanlari; Presidente dell'Associazione Industriali Regionale, Dott.ssa Anna Maria Artoni; Presidente dell'Associazione Industriali della Provincia di Bologna, Arch. Gaetano Maccaferri. Al termine, il Capo dello Stato si reca al piano superiore ed effettua una visita al Museo storico della fabbrica. Presentazione della motocicletta 1098 (Tricolore). Aperitivo con gli imprenditori presenti.

12.50

Il Capo dello Stato, dopo essersi congedato dalle Autorità presenti, si trasferisce in auto, unitamente al Consigliere e Direttore dell'Ufficio di Segreteria, in Prefettura (cfr. corteo: all. «1», giovedì 15 marzo 2007, ore 17,20).

13.15

Colazione strettamente privata. Al termine, rientro in albergo. Pausa.

15.50

Il Presidente della Repubblica, unitamente alla Signora Napolitano, lascia a piedi l'Albergo Novecento per recarsi in Prefettura.

15.55

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano giungono al Palazzo del Governo, ove vengono accolti dal Prefetto ed accompagnati, salendo con l'ascensore, al Piano Nobile.

16.00

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano incontrano, nella Sala Rossa, la Signora Andreatta ed il figlio Filippo.

16.25

Il Capo dello Stato, unitamente alla Signora Napolitano, lascia in auto il Palazzo del Governo per recarsi all'Istituto Sant'Orsula, ove compie una visita, in forma strettamente privata all'On. Beniamino Andreatta ricoverato. Al termine, trasferimento all'Istituto Ortopedico Rizzoli (cfr. corteo: all. «1», giovedì 15 marzo 2007, ore 17,20).

16.50

Il corteo presidenziale giunge all'Istituto Ortopedico Rizzoli (accesso dall'area di Pronto Soccorso), ove il Capo dello Stato è accolto dal Direttore dell'Istituto, Dott. Giovanni Baldi. Sono altresì presenti i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, il Sindaco ed il Presidente della Provincia di Bologna, ivi in precedenza giunti. Il Capo dello Stato si trasferisce quindi, salendo con l'ascensore, al secondo piano ove, dopo aver salutato il Presidente della Ansabbio (Associazione Nazionale Spettacoli a Beneficio Bambini in Ospedale), Dott. Dario Antonio Cirrone, alcuni operatori della "Star-Therapy" ed alcuni bambini del Reparto di Pediatria Ortopedica, ha luogo l'inaugurazione della 9^ Divisione del reparto di ortopedia, diretta dal Prof. Maurilio Marcacci. Breve incontro con il M.llo Francesco Cirmi, ferito in Afghanistan nell'attentato del 26 settembre 2006. Subito dopo il Presidente della Repubblica, facendo a ritroso il percorso dell'arrivo, si reca nell'Aula Vasariana, ove prende posto nella poltrona riservatagli. Ha inizio l'incontro con il personale medico della struttura. Brevi saluti del: Assessore alle politiche per la salute, Dott. Giovanni Bissoni; Direttore dell'Istituto, Dott. Giovanni Baldi. Al termine, il Capo dello Stato, accompagnato dalle Autorità al seguito, compie una breve visita alla Biblioteca ed allo Studio Putti.

17.50

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalla Signora Napolitano, lascia in auto l'Istituto Rizzoli per recarsi all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale (cfr. corteo: all. «1», giovedì 15 marzo 2007, ore 17,20).

18.05

Il corteo presidenziale giunge all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale, ove il Capo dello Stato, dopo essersi congedato dal Prefetto e dal Direttore dell'Aeroporto, prende posto a bordo dell'aereo presidenziale.

18.20

Decollo dell'aereo presidenziale (F900).

19.00

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza).