Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.196 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 30 luglio 2021)

Il Diario storico

 

martedì
28 aprile 2008

Intervento del Presidente della Repubblica ad Aica per la cerimonia di avvio di scavo del cunicolo esplorativo per la realizzazione della Galleria di Base del Brennero ed altri impegni a Bolzano.

8.40

I componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo del Quirinale (Palazzina) per recarsi all'Aeroporto di Ciampino.(Pre-corteo: allegato 1)

8.50

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalla Signora Napolitano, lascia in auto il Palazzo del Quirinale (Palazzina) per recarsi all'Aeroporto di Ciampino.

9.15

Il corteo presidenziale giunge all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza). Successivo decollo del velivolo presidenziale (F 900).

10.20

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto "Francesco Baracca" di Bolzano, ove il Capo dello Stato viene accolto, alla discesa della scaletta ed in forma strettamente privata, dal Commissario del Governo per la provincia di Bolzano, Dott. Fulvio Testi, e dal Direttore dell'Aeroporto, Dott. Valerio Bonato. Il Capo dello Stato lascia quindi in auto, unitamente alla Signora Napolitano, l'Aeroporto "Francesco Baracca" per recarsi a Palazzo Ducale, sede prefettizia.(Corteo: all. 1)

10.35

Il corteo presidenziale giunge a Palazzo Ducale. Trasferimento, salendo con l'ascensore, in alloggio.

10.55

Il Presidente della Repubblica lascia in auto il Palazzo del Governo, unitamente alla Signora Napolitano, per recarsi alla sede della Provincia Autonoma di Bolzano.(Corteo: all. 1)

11.00

Il corteo presidenziale giunge alla sede della Provincia Autonoma di Bolzano. Il Capo dello Stato è accolto, alla discesa dalla vettura, dal Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Dott. Luis Durnwalder, ed accompagnato, salendo con l'ascensore, nel suo studio, ove ha luogo un incontro privato. Al termine, il Presidente della Repubblica, scendendo con l'ascensore, raggiunge una sala di rappresentanza, ove incontra i componenti la Giunta Provinciale. Breve indirizzo di saluto del Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Dott. Luis Durnwalder.

11.45

Il Presidente della Repubblica, unitamente alla Signora Napolitano, lascia in auto la sede della Provincia. (Corteo: all. 1)

11.50

Il corteo presidenziale giunge a Via Resia. Disceso dalla vettura, il Capo dello Stato viene accolto dai Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale del Trentino Alto Adige, Dott. Lorenzo Dellai e Dott. Franz Arthur Pahl, dal Presidente del Consiglio Provinciale, Dott. Riccardo Dello Sbarba, e dal Sindaco di Bolzano, Dott. Luigi Spagnolli. Il Presidente della Repubblica depone quindi una corona di fiori, portata a spalla da Corazzieri in grande uniforme, ai piedi del Monumento in ricordo dei deportati ed internati del Nazismo presso la Chiesta di San Pio X. Al termine, il Presidente della Repubblica, accompagnato dalle Autorità che erano a ricevere all'arrivo e dai componenti il Seguito presidenziale, raggiunge a piedi (150 metri) il muro del Lager di Via Resia.

12.35

Il Presidente della Repubblica dopo essersi congedato dalle Autorità presenti, lascia in auto Via Resia, unitamente al Consigliere e Direttore dell'Ufficio di Segreteria, per recarsi al Palazzo del Governo.(Corteo: all. 1)

12.45

Il corteo presidenziale giunge al Palazzo del Governo.

13.00

Colazione con le Autorità locali ed alcuni esponenti del mondo culturale ed economico locale. (Elenco partecipanti e piazzamento a tavola: all. 2 e 3) Pausa.

16.35

Il Presidente della Repubblica, unitamente al Consigliere e Direttore dell'Ufficio di Segreteria, lascia in auto il Palazzo del Governo per recarsi ad Aica.(Corteo: all. 1)

17.10

Il corteo presidenziale giunge sul luogo della cerimonia presso il cantiere. Il Presidente della Repubblica è accolto, alla discesa dalla vettura, dal Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, dai Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale del Trentino Alto Adige, dal Sindaco di Naz Sciaves, Dott. Peter Gasser, e dall'Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato SpA, Ing. Mauro Moretti. Ha inizio la cerimonia di avvio dello scavo del cunicolo esplorativo per la realizzazione della Galleria di Base del Brennero. Interventi del: Presidente del Consiglio di Sorveglianza di BBT SE, Dott. Horst Pöchhacker; Amministratore Delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato, Dott. Mauro Moretti; Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Dott. Luis Durnwalder; Presidente della Regione Autonoma del Trentino Alto Adige, Dott. Lorenzo Dellai. Avvio della macchina impegnata nell'inizio dei lavori di scavo. Brindisi.

18.05

Il Presidente della Repubblica dopo essersi congedato dalle Autorità presenti, lascia in auto il luogo della cerimonia, unitamente al Consigliere e Direttore dell'Ufficio di Segreteria, per recarsi a Laimburg.(Corteo: all. 1)

18.50

Il corteo presidenziale giunge a Laimburg. Il Capo dello Stato è accolto, alla discesa dalla vettura, dal Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, dai Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale del Trentino Alto Adige e dal Presidente del Consiglio Provinciale ed accompagnato nella sala ove incontra i rappresentanti del Volontariato locale. Breve indirizzo di saluto del Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano.

19.30

Il Presidente della Repubblica, unitamente al Consigliere e Direttore dell'Ufficio di Segreteria, lascia in auto Laimburg per recarsi a Bolzano.(Corteo: all. 1)

19.50

Il corteo presidenziale giunge al Palazzo del Governo.

20.30

Pranzo privato.(Menù: all. 3b) Pernottamento.
Martedì 29 aprile

10.30

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalla Signora Napolitano, lascia in auto il Commissariato del Governo per recarsi all'Aeroporto "Francesco Baracca".(Corteo: all. 1)

10.40

Decollo dell'aereo presidenziale per Graz (F 900).
Mercoledì 30 aprile

16.30

Il velivolo presidenziale proveniente da Graz atterra all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza). Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano prendono quindi posto a bordo della vettura presidenziale per recarsi al Palazzo del Quirinale.

17.00

Il corteo presidenziale giunge al Palazzo del Quirinale (Palazzina).

IMMAGINI (15)