Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.196 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 30 luglio 2021)

Il Diario storico

 

giovedì
24 aprile 2008

Concerto in onore di Sua Santità Benedetto XVI offerto dal Presidente della Repubblica, in occasione del terzo anniversario di Pontificato.

16.30

I componenti il Seguito presidenziale raggiungono autonomamente la Città del Vaticano e, qui giunti, proseguono attraverso il Cancello del Perugino per l'Aula Paolo VI, dove prendono posto nelle poltrone loro riservate.

16.45

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalla Signora Napolitano, lascia in auto il Palazzo del Quirinale (Palazzina) per recarsi in Vaticano. (Scorta di sicurezza e d'onore fino al confine di Stato). La vettura presidenziale è seguita da un'altra auto con a bordo il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica con la Consorte.

16.55

L'auto presidenziale giunge alla Città del Vaticano (ingresso dal Cancello del Perugino, sito in Via della Stazione Vaticana). Discesi dalla vettura nel Piazzale Giovanni Paolo II, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano vengono accolti dal Segretario di Stato, S. Em. il Cardinale Tarcisio Bertone e dal Prefetto della Casa Pontificia, S. E. Mons. James Harvey. Sono altresì presenti il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, l'Ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede e il Capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, con le rispettive Consorti. Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano si recano in una sala di rappresentanza dove attendono l'arrivo del Santo Padre unitamente al Segretario Generale della Presidenza della Repubblica con la Consorte e le altre Personalità.

17.00

Sua Santità Benedetto XVI giunge nel Piazzale Giovanni Paolo II e si reca nella sala di rappresentanza. Dopo aver salutato il Presidente della Repubblica e la Consorte, il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica e la Consorte e le altre Autorità presenti, si reca nello Studio dell'Aula Paolo VI, dove si intrattiene a colloquio privato (a due) con il Capo dello Stato. Nel frattempo la Signora Napolitano, unitamente al Segretario Generale della Presidenza della Repubblica e Consorte ed alle predette Autorità italiane, si reca a prendere posto nell'Aula Paolo VI.

17.15

Sua Santità Benedetto XVI e il Presidente della Repubblica fanno ingresso nell'Aula Paolo VI. Il Santo Padre viene accompagnato a prendere posto nella poltrona sistemata al centro della sala. Il Capo dello Stato si reca sul palco da dove pronuncia un breve discorso. Al termine del discorso, il Presidente della Repubblica viene accompagnato a prendere posto nella poltrona accanto a quella del Santo Padre.

17.25

Ha inizio il concerto in onore di Sua Santità Benedetto XVI, eseguito dall'Orchestra Sinfonica e dal Coro Sinfonico "Giuseppe Verdi" di Milano diretti dal M° Oleg Caetani.(Programma: vedi allegato)

18.20

Al termine del concerto Sua Santità Benedetto XVI raggiunge il palco da dove pronuncia una breve allocuzione.

18.30

Terminata l'allocuzione il Santo Padre riceve il saluto dei Direttori d'Orchestra e del Coro. Subito dopo fa ritorno al proprio posto e riceve, unitamente al Presidente della Repubblica e alla Signora Napolitano, e di un ristretto numero di persone in precedenza individuate.

18.50

Sua Santità Benedetto XVI, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano, unitamente alle Autorità che erano a riceverli, lasciano l'Aula Paolo VI e raggiungono la Sala di rappresentanza, dove il Santo Padre si congeda dal Presidente della Repubblica e dalla Signora Napolitano.

19.00

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano lasciano in auto la Città del Vaticano per fare rientro al Palazzo del Quirinale.(Scorta di sicurezza e d'onore fino al confine di Stato). La vettura presidenziale è seguita da un'altra auto con a bordo il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica con la Consorte. I componenti il Seguito presidenziale, facendo a ritroso lo stesso percorso dell'arrivo, lasciano a loro volta in auto la Città del Vaticano.

19.10

L'auto presidenziale giunge al Palazzo del Quirinale (Palazzina).