Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 255.574 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 5.842 audiovisivi; 13.288 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati di cui 22.680 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 300 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 ottobre 2023)

Il Diario storico

 

giovedì
09 febbraio 2012

Celebrazione del Giorno del Ricordo

9.15 - 9.45

Giungono al Palazzo del Quirinale (ingresso a piedi da Porta Principale) i familiari delle vittime designati a ricevere i diplomi e le medaglie commemorative del Giorno del Ricordo, con i rispettivi accompagnatori, che si recano a prendere posto nella Sala degli Specchi.

10.00

Giungono al Palazzo del Quirinale (ingresso in auto da Porta Principale - Vetrata) il Capo del Dipartimento per il Coordinamento Amministrativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Cons. Diana Agosti, ed il Presidente della Commissione incaricata dell'esame delle domande per la concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati, Amm. Sq. Alessandro Picchio. Alla stessa ora giungono al Palazzo del Quirinale (ingresso a piedi da Porta Principale Vetrata), i componenti la Commissione incaricata dell'esame delle domande per la concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati, nonché i Presidenti delle Associazioni degli esuli istriani-fiumani-dalmati che, salendo con l'ascensore, vengono accompagnati nella Sala degli Specchi.

10.10 - 10.30

Giungono al Palazzo del Quirinale (ingresso a piedi da Porta Principale) gli altri invitati alla cerimonia che, salendo per lo Scalone d'Onore (lato opposto all'Ufficio per gli Affari Militari), si recano a prendere posto nel Salone delle Feste, ove vengono accompagnati altresì i partecipanti alla cerimonia nella Sala degli Specchi.

10.15

Giunge al Palazzo del Quirinale (ingresso in auto da Porta Principale - Vetrata) il Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione - Rappresentante del Governo, Prof. Andrea Riccardi, che, accolto da un Funzionario del Cerimoniale, viene accompagnato, salendo con l'ascensore, nella Sala degli Specchi. Dopo la lettura delle motivazioni, il Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione, assistito dal Presidente della Commissione incaricata dell'esame delle domande per la concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati, procede alla consegna dei diplomi e delle medaglie commemorative del Giorno del Ricordo.

10.45

Giungono al Palazzo del Quirinale (ingresso in auto da Porta Principale - Scalone d'Onore - Ufficio per gli Affari Militari) i Presidenti della Camera dei Deputati, della Corte Costituzionale ed il Vice Presidente del Senato della Repubblica, Sen. Dott. Vannino Chiti, accompagnati dai rispettivi Segretari Generali e Vice Segretario Generale, i quali, accolti da Funzionari del Cerimoniale e da Aiutanti di campo, vengono accompagnati nella Sala di Rappresentanza, ove nel frattempo sono giunti il Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione ed il Presidente della Commissione incaricata dell'esame delle domande per la concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati. Nel contempo il Vice Segretario Generale Amministrativo, i Consiglieri ed i Consulenti del Presidente della Repubblica si recano a prendere posto nel Salone delle Feste.

10.50

Il Capo dello Stato, unitamente al Segretario Generale della Presidenza della Repubblica e preceduto dal Capo del Cerimoniale, lascia in auto la Palazzina e giunto all'ascensore della Serra sale al piano nobile, ove è accolto dall'Aiutante di Campo di servizio e dal Comandante del Reggimento Corazzieri e si reca nella Sala di Rappresentanza, ove sono ad attendere le Autorità ivi convenute.

11.00

Il Capo dello Stato, unitamente alle Autorità presenti nella Sala di Rappresentanza, fa ingresso nel Salone delle Feste e prende posto nella poltrona a Lui riservata in platea. Ha inizio la cerimonia. Interventi del:- Presidente dell'Associazione "Coordinamento Adriatico", Prof. Avv. Giuseppe de Vergottini (5'); - Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione, Prof. Andrea Riccardi (5'); - Docente di Storia Contemporanea dell'Università di Trieste, Prof. Raul Pupo (20'). Saluto del Presidente della Repubblica. Al termine ha luogo l'esecuzione musicale dell'Orchestra d'archi del Conservatorio "G. Tartini" di Trieste", composta da studenti e neo diplomati (20').

12.15

Il Presidente della Repubblica, unitamente al Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, si congeda dalle Autorità presenti e, preceduto dal Capo del Cerimoniale, dall'Aiutante di Campo di servizio e dal Comandante del Reggimento Corazzieri, lascia il Salone delle Feste. Successivamente gli invitati, compiendo a ritroso il percorso iniziale, lasciano il Palazzo del Quirinale. Il programma verrà eseguito in piedi (ad eccezione dei 3 violoncelli) senza Direttore. Il gruppo di 18 elementi selezionati tra i migliori studenti del conservatorio è preparato dal M° Fabio Pirona, Docente di Musica d'insieme per strumenti ad arco.