Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.196 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 30 luglio 2021)

Il Diario storico

 

sabato
06 gennaio 2011

Intervento del Presidente della Repubblica a Reggio Emilia per la Giornata Nazionale della Bandiera, in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, e successiva visita alle città di Forli e Ravenna.

17.20

I componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo del Quirinale (Palazzina) per recarsi all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza).

17.35

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano lasciano in auto il Palazzo del Quirinale (Cortile della Dataria) per recarsi all'Aeroporto di Ciampino.

18.00

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano giungono all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza) e prendono posto a bordo dell'aereo presidenziale, unitamente ai componenti il Seguito. Successivo decollo dell'aereo presidenziale (F900).

18.55

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto "Giuseppe Verdi" di Parma ove il Capo dello Stato e la Signora Napolitano vengono accolti, alla discesa dalla scaletta, in forma strettamente privata, dal Prefetto di Parma, Dott. Luigi Viana, e dal Direttore dell'Aeroporto, Dott. Tommaso Sabato. Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano prendono quindi posto in auto per recarsi a Reggio Emilia.

19.20

Il corteo presidenziale giunge all'albergo di Reggio Emilia. Discesi dalla vettura, il Capo dello Stato e la Signora Napolitano vengono accolti, in forma strettamente privata, dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica e dalla Signora Marra, giunti autonomamente in città, e dal Prefetto di Reggio Emilia, Dott.ssa Antonella De Miro. Pausa. Pranzo privato in un ristorante cittadino. Pernottamento.
Venerdì 7

9.20

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano si trasferiscono a piedi all'attigua Piazza Prampolini, fronte al Municipio, dove ricevono il saluto del Comandante della 1^ Regione Aerea, Gen. S.A. Nello Barale. Quindi, il Capo dello Stato, unitamente al Consigliere Militare, passa in rassegna il reparto schierato con bandiera e banda. Nel frattempo, la Signora Napolitano ed il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica con la Signora Marra vengono accompagnati sulla pedana presidenziale. Terminata la rassegna, il Presidente della Repubblica viene accolto dal Segretario di Presidenza della Camera dei Deputati, On. Dott. Renzo Lusetti, dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Rappresentante del Governo, Dott. Gianni Letta, dai Presidenti della Regione e dell'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna, On. Vasco Errani e Dott. Matteo Richetti, dal Sindaco, dal Prefetto e dal Presidente della Provincia di Reggio Emilia, Prof. Graziano Delrio, Dott.ssa Antonella De Miro e Dott.ssa Sonia Masini, dall'On. Romano Prodi, ed accompagnato sulla pedana presidenziale, ove assiste alla cerimonia dell'alzabandiera. Sindaco e dalle altre Autorità, dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica e la Signora Marra e dagli altri componenti il Seguito presidenziale raggiungono a piedi il Municipio e si recano nella Sala del Tricolore, dove ha luogo la cerimonia di consegna di una copia del primo Tricolore alle città di Torino, Firenze e Roma nelle mani dei rispettivi Sindaci, dopo un breve indirizzo di saluto da parte del primo cittadino.Il Presidente della Repubblica consegna tre copie della Costituzione ad alcuni studenti in rappresentanza delle scuole reggiane. Successiva consegna al Capo dello Stato di una bandiera realizzata dai bambini di MUS-E Italia Onlus. Al termine, il Capo dello Stato e la Signora Napolitano raggiungono, scendendo con l'ascensore, le Sale espositive ove è allestita la mostra "Storia della Bandiera Proibita. Il Tricolore prima dell'Unità".Successiva visita alla Mostra, illustrata dai curatori, Prof. Cosimo Ceccuti e Dott. Lauro Rossi. Il Presidente della Repubblica consegna una Bandiera italiana all'astronauta Roberto Vittori (la bandiera, a ricordo dei 150 anni dell'Unità d'Italia, sarà portata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e riportata sulla terra dall'astronauta Paolo Nespoli, già a bordo della Stazione).
In caso di condizioni meteorologiche avverse, il Capo dello Stato raggiungerà Piazza Prampolini in auto ed assisterà alla resa degli onori da fermo ed alla cerimonia dell'alzabandiera posizionato sotto i portici della Casa comunale.

10.10

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano lasciano in auto il Comune di Reggio Emilia (uscita in Piazza Casotti).

10.15

Il corteo presidenziale giunge al Teatro Municipale "Romolo Valli", ove il Capo dello Stato e la Signora Napolitano vengono accolti dal Sindaco di Reggio Emilia, ivi in precedenza convenuto, ed accompagnati in un salotto di rappresentanza, ove incontrano le Autorità locali precedentemente giunte e gli oratori della manifestazione.

10.45

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano fanno ingresso in platea e prendono posto nelle poltrone Loro riservate. (diretta RAI). Ha inizio la celebrazione del 214° anniversario della nascita del Tricolore: indirizzo di saluto del Sindaco di Reggio Emilia, Prof. Graziano Delrio; (3') indirizzo di saluto del Presidente dell'Amministrazione Provinciale di Reggio Emilia, Dott.ssa Sonia Masini; (3') indirizzo di saluto del Presidente della Regione Emilia Romagna, On. Vasco Errani; (3') prolusione del Prof. Alberto Melloni; (20') intervento del Presidente della Repubblica. Al termine, il Capo dello Stato e la Signora Napolitano si trasferiscono in un salotto di rappresentanza per una breve pausa (la sosta è dovuta al cambio di scena sul palco per consentire l'ingresso dell'orchestra).

12.00

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano fanno nuovamente ingresso in platea. Dopo l'esecuzione dell'Inno Nazionale, ha inizio il concerto dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino.

13.00

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano, dopo essersi congedati dalle Autorità presenti, lasciano in auto il Teatro per recarsi in Prefettura.

13.05

Il corteo presidenziale giunge al Palazzo del Governo. Colazione. Al termine, rientro in auto in albergo.

16.15

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano lasciano in auto Reggio Emilia.

16.40

Il corteo presidenziale giunge al Museo dedicato alla memoria dei Fratelli Cervi di Gattatico. Discesi dalla vettura, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano vengono accolti dal Sindaco di Gattatico, Dott. Gianni Maiola, e dal Presidente dell'Istituto "Alcide Cervi", Dott.ssa Rossella Cantoni, ed accompagnati lungo il percorso museale, illustrato dal Presidente dell'Istituto. Al termine, il Capo dello Stato e la Signora Napolitano si recano nella Sala Genvoeffa Cocconi, ove ricevono il saluto dei familiari di Alcide Cervi e di Emilio Sereni e di alcune Personalità legate all'Istituto.

17.30

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano, dopo essersi congedati dalle Autorità presenti, lasciano in auto Gattatico.

17.45

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano giungono all'Aeroporto "Giuseppe Verdi" di Parma. Dopo essersi congedati dal Prefetto di Parma e dal Direttore dell'Aeroporto, il Capo dello Stato e la Signora Napolitano salgono a bordo dell'aereo presidenziale.

17.50

Decollo del velivolo presidenziale (F 900).

18.35

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto "L. Ridolfi" di Forlì ove il Capo dello Stato e la Signora Napolitano vengono accolti, alla discesa dalla scaletta, in forma strettamente privata, dal Prefetto di Forlì, Dott. Angelo Trovato. Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalla Signora Napolitano, prende posto in auto per recarsi a Forlì.

18.50

L'auto presidenziale giunge al Palazzo Comunale. Disceso dalla vettura, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano vengono accolti dal Sindaco, Prof. Roberto Balzani, ed accompagnati, salendo con l'ascensore al 1° piano, nello Studio del Sindaco, ove sono ad attendere il Presidente della Regione Emilia Romagna, On. Vasco Errani, ed il Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Sig. Massimo Bulbi. Sono altresì presenti il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, con la Consorte, ed il Prefetto di Forlì. Breve incontro e consegna doni. Al termine, il Presidente della Repubblica, accompagnato dalle predette Autorità, si trasferisce nella Sala del Consiglio Comunale, ove avviene l'incontro con i componenti la Giunta ed il Consiglio. Breve saluto del Sindaco (3'). Intervento del Presidente della Repubblica. Firma dell'Albo d'Onore.

19.10

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano, dopo aver preso congedo dalle Autorità presenti, lasciano in auto il Municipio per recarsi in Prefettura.

19.15

L'auto presidenziale giunge in Prefettura. Breve pausa.

19.25

Il Presidente della Repubblica incontra, nel salone centrale, il Presidente dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori, On. Avv. Roberto Pinza, ed una delegazione dell'I.R.S.T. Indirizzo di saluto dell'On. Avv. Roberto Pinza. Intervento del Presidente della Repubblica.

19.45

Il Capo dello Stato incontra, in un salotto di rappresentanza, il Sindaco ed il Presidente del Consiglio Comunale di Cesena, Sig. Paolo Lucchi e Dott.ssa Rita Ricci.

19.55

Il Presidente della Repubblica incontra, in un salotto di rappresentanza, il Presidente dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Prof. Stelio De Carolis.

20.10

Pausa.

20.45

Pranzo in Prefettura.

21.55

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano lasciano in auto la Prefettura per recarsi in albergo.

22.00

L'auto presidenziale giunge in albergo. Pernottamento.
Sabato 8

9.45

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano lasciano in auto l'albergo per recarsi a Piazza Saffi.

9.50

L'auto presidenziale giunge in Piazza Saffi. Discesi dalla vettura, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano vengono accolti dai Presidenti della Regione e dell'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna, On. Vasco Errani e Sig. Matteo Richetti, dal Sindaco e dal Prefetto di Forlì, Prof. Roberto Balzani e Dott. Angelo Trovato, dal Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Sig. Massimo Bulbi e dall'Autorità Militare designata, Gen. S.A. Nello Barale. Il Capo dello Stato depone quindi una corona di fiori alla base del monumento dedicato ad Aurelio Saffi. Al termine, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano, accompagnato dalle predette Autorità, dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, con la Consorte, e dagli altri componenti il Seguito presidenziale, si recano a piedi al Teatro "Diego Fabbri".

10.00

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano giungono al Teatro "Diego Fabbri" ove, accolti dalla Dirigente Responsabile, Dott.ssa Elisabetta Pirotti, fanno ingresso in platea e prendono posto nelle poltrone Loro riservate. Ha inizio la cerimonia promossa per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia: indirizzo di saluto del Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Sig. Massimo Bulbi (5'); racconto per voci, suoni e immagini "Come fu che la Romagna divenne italiana. Un territorio e il suo debito con il Risorgimento", commentato dal Sindaco di Forlì, Prof. Roberto Balzani (50').

11.00

Il Presidente della Repubblica si congeda dalle Autorità presenti e lascia in auto, unitamente alla Signora Napolitano, il Teatro "Diego Fabbri" per recarsi a Ravenna.

11.30

Il corteo presidenziale giunge alla Prefettura di Ravenna, ove il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano vengono accolti dal Prefetto, Dott. Riccardo Compagnucci. Pausa.

13.00

Colazione. Pausa.

16.00

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano, accompagnati dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica con la Consorte, dal Prefetto di Ravenna e dagli altri componenti il Seguito presidenziale, si recano a piedi al Palazzo Comunale.

16.05

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano giungono al Palazzo Comunale, dove vengono accolti dal Sindaco, Sig. Fabrizio Matteucci, ed accompagnati nello Studio, ove, dopo un colloquio con il primo cittadino, avviene l'incontro con il Direttore dell'Accademia di Belle Arti ed alcuni studenti dell'Accademia. Sono altresì presenti il Questore della Camera dei Deputati, On. Dott. Gabriele Albonetti, i Presidenti della Regione e dell'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna ed il Presidente della Provincia di Ravenna. Consegna dei doni e firma dell'Albo d'Onore.

16.30

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano, accompagnati dalle predette Autorità, si trasferiscono nella Sala Preconsiliare, ove prendono posto nelle poltrone loro riservate. Ha inizio la cerimonia di commemorazione di Benigno Zaccagnini e Arrigo Boldrini. Intervento del Sen. Sergio Zavoli (10').

16.45

Il Capo dello Stato e la Signora Napolitano, accompagnati dalle Autorità locali, dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica con la Consorte, e dagli altri componenti il Seguito presidenziale, dopo essersi congedati dalle Personalità presenti, si recano in auto al Teatro "Dante Alighieri".

16.50

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano giunti al Teatro "Dante Alighieri", vengono accolti dal Sovrintendente del Teatro, Dott. Antonio De Rosa, e dal M° Riccardo Muti ed accompagnati nel salottino del palcoscenico, ove si intrattengono brevemente.Poco dopo, il Capo dello Stato e la Signora Napolitano fanno ingresso in platea e prendono posto nelle poltrone Loro riservate. Ha inizio il Convegno "Ravenna e l'Unità d'Italia: 150 anni di una passione popolare". Esecuzione dell'Inno Nazionale da parte degli allievi dell'Istituto musicale "G. Verdi" (3'). Indirizzi di saluto del: Sindaco di Ravenna, Sig. Fabrizio Matteucci (3'); Presidente della Provincia di Ravenna, Dott. Francesco Giangrandi (3'); Presidente della Regione Emilia Romagna, On. Vasco Errani (3'). Relazione del Presidente della Fondazione "Casa di Oriani" di Ravenna, Prof. Sauro Mattarelli (20'). Intervento del Presidente della Repubblica.

17.45

Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano, preso congedo dalle Autorità presenti, lasciano in auto il Teatro "Dante Alighieri" per recarsi alla sede amministrativa della CMC - Cooperativa Muratori e Cementisti.

17.50

Il corteo presidenziale giunge alla sede della CMC. Discesi dalla vettura, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano vengono accolti dal Presidente della Cooperativa Muratori e Cementisti, Ing. Massimo Matteucci, ed accompagnati in un salotto di rappresentanza, ove avviene l'incontro con l'Amministratore Delegato, il Vice Presidente della Cooperativa ed una rappresentanza di lavoratori. Subito dopo, il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano si trasferiscono nella Sala delle Conferenze, ove prendono posto nelle poltrone Loro riservate. Ha inizio la cerimonia per il 110° anniversario della nascita della Cooperativa.Saluti del: Presidente della Cooperativa Muratori e Cementisti, Ing. Massimo Matteucci (8'); rappresentante dei lavoratori. (8').

18.20

Il Presidente della Repubblica, unitamente alla Signora Napolitano, preso congedo dalle Personalità presenti, si reca in auto all'Aeroporto di Forlì.

19.05

Il corteo presidenziale giunge all'Aeroporto "L. Ridolfi" di Forlì. Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano, preso congedo dal Prefetto di Forlì, prendono posto a bordo dell'aereo presidenziale.

19.10

Decollo del velivolo presidenziale (F 900).

20.00

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza). Il Presidente della Repubblica e la Signora Napolitano prendono posto in auto e lasciano l'Aeroporto di Ciampino.

20.25

L'auto presidenziale giunge al Palazzo del Quirinale (Cortile della Dataria).