Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 440.016 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 10.445 audiovisivi; 16.918 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950;11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 168.952 comunicati di cui 28.360 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; oltre 500 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 24 maggio 2024)

Il Diario storico

 

mercoledì
05 marzo 2003

Visita ufficiale del Presidente della Repubblica nel Regno dei Paesi Bassi (4 - 5 marzo 2003)

9.43

Il Signor Presidente della Repubblica viene accompagnato dall'Aiutante di Campo della Sovrana nel Salone del Balcone, dove è ad attendere S.M. la Regina Beatrice.

9.45

Colloquio ristretto tra il Signor Presidente della Repubblica e S.M. la Regina Beatrice (Salone del Balcone).

10.10

I membri della delegazione italiana che alloggiano in Albergo si trasferiscono al Palazzo Reale di Noordeinde e vengono accompagnati nel "Salotto Indonesiano".

10.20

I membri della delegazione italiana che alloggiano a Palazzo Reale vengono accompagnati nel "Salotto Indonesiano".
La Signora Franca Ciampi viene accompagnata da S.A.R. la principessa Maxima e dalla Dama di Compagnia della Regina nel Salone dei Ricevimenti.

10.25

Termine del colloquio. II Signor Presidente della Repubblica e S.A.R. la Regina Beatrice si recano nel Salone dei Ricevimenti, ove si ricongiungono con la Signora Franca Ciampi e con S.A.R. la Principessa Maxima. La Sovrana invita quindi la Coppia Presidenziale a recarsi nella Sala d'Ingresso, dov'è nel frattempo convenuta la delegazione ufficiale italiana.

10.30

Saluto ufficiale di S.M. la Regina Beatrice al Signor Presidente della Repubblica, alla Signora Franca Ciampi e alla delegazione ufficiale italiana.

10.40

Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi lasciano il Palazzo Reale di Noordeinde alla volta dell'Università di Leiden. Accompagna S.A.R. la Principessa Maxima.
L'Università di Leiden è la più antica università olandese.
Fu fondata da Guglielmo d'Orange nel 1574, durante la guerra dei cent'anni contro la Spagna. Fu un gesto di riconoscenza del Sovrano nei confronti della valorosa città, che aveva opposto una valorosa resistenza alle truppe nemiche. L'inaugurazione ebbe luogo 1'8 febbraio 1575, con l'adozione del motto Presidium Libertatis.

11.10

Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi giungono all'Università di Leiden. Sono ad accogliere il Commissario di S.M. la Regina Beatrice nella Provincia dell'Olanda del Sud, Franssen, e il Sindaco di Leiden, Lemstra, nonché il Presidente dell'Università di Leiden, Kist e il Rettore, Breimer. Omaggio floreale alla Signora Franca Ciampi e a S.A.R. la Principessa Maxima da parte di due studenti di italianistica. A seguire, il Presidente dell'Università conduce la Coppia Presidenziale, S.A.R. la Principessa Maxima e il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, Sen. Antonione, nel piccolo Museo dell'Università, ove vengono presentati il Ministro dell'Educazione, Cultura e Scienza, Signora Van Der Hoven, il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicolai", il Preside della Facoltà delle Arti, Prof. van Haaften, il Preside della Facoltà di Legge, Prof. Blok, e il Direttore del Dipartimento di italianistica, Prof. Crespo. Nel contempo, la delegazione ufficiale italiana si reca nell'attigua Aula Magna e prende posto nelle poltrone ad essa riservate. Successivamente, il Presidente dell'Università invita la Coppia a recarsi nell'Aula Magna. Il Signor Presidente della Repubblica, la Signora Franca Ciampi, S.A.R. la Principessa Maxima, e il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, Sen. Antonione prendono posto nelle poltrone Loro riservate in prima fila. A seguire, il Presidente dell'Università sale al primo podio per pronunciare un indirizzo di benvenuto (il secondo podio, più alto, è strettamente riservato ai professori in occasione del Loro insediamento quali titolari di cattedra). Il Signor Presidente della Repubblica viene quindi invitato dal Presidente dell'Università a salire al primo podio. Intervento del Signor Presidente della Repubblica sul tema "Identità e unità dell'Europa". Al termine, il Presidente dell'Università pronuncia alcune parole di ringraziamento all'indirizzo del Signor Presidente della Repubblica. Il Presidente dell'Università invita quindi il Signor Presidente della Repubblica, la Signora Franca Ciampi, seguiti dalla delegazione ufficiale italiana, e S.A.R. la Principessa Maxima a recarsi nel Salone dei Ricevimenti.
L'attuale edificio (in neerlandese: Academiegebouw) venne costruito nel 1516 e faceva in origine parte del convento delle Suore Domenicane. Dopo la Riforma protestante, nel 1581, divenne sede dell'Università. Nel 1616 venne ristrutturato e la cappella venne divisa in due piani, con l'Auditorium grande e l'Auditorium minore. Nella prima sala vi è un pulpito doppio. Nella sala minore si può ammirare un dipinto di Witkam (1848), che raffigura il borgomastro Van De Werff mentre si rivolge alla popolazione assediata durante la Guerra dei Cent'anni. L'attuale torre venne aggiunta nel 1670. Al primo piano si trova la Sala del Senato, con i ritratti dei docenti universitari. Su tale piano vi è anche la "Sala del sudore", in cui gli studenti ancor oggi attendono I' esito del proprio esame di laurea.

11.50

Il Signor Presidente della Repubblica incontra una rappresentanza di professori e studenti delle varie facoltà dell'Università nel Salone dei Ricevimenti. Il Ministro dell'Educazione, Cultura e Scienza, Signora Van Der Hoeven e il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicolai", si accomiatano dal Signor Presidente della Repubblica e dalla Signora Franca Ciampi. La Coppia Presidenziale viene quindi invitata dal Presidente dell'Università a recarsi al primo piano nella Sala del Senato.

12.15

Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi giungono nella Sala delle Lauree, dove è già convenuto e ha preso posto un gruppo di professori e studenti di italianistica delle Università di Leiden, Utrecht ed Amsterdam. La Coppia Presidenziale viene invitata a prendere posto al tavolo di presidenza. Alla destra del Signor Presidente della Repubblica, prendono posto, nell'ordine,
il Rettore, il Direttore del Dipartimento di italianistica, Prof. Crespo, il Preside della Facoltà delle Arti e il Presidente dell'Università di Leiden. Alla sinistra del Signor Presidente della Repubblica prendono posto oltre alla Signora Franca Ciampi, il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, Sen. Antonione, l'Ambasciatore d'Italia a L' Aja e il Consigliere Diplomatico del Signor Presidente della Repubblica.
Nel contempo S.A.R. la Principessa Maxima, il Commissario di S.M. la Regina Beatrice nella Provincia dell'Olanda del Sud e il Sindaco di Leiden prendono posto in prima fila. Gli altri membri della delegazione ufficiale italiana prendono posto nelle poltrone loro riservate nella Sala. Indirizzo di benvenuto del Rettore. Successivamente, il Direttore del Dipartimento di italianistica dell'Università di Leiden, Prof. Crespo, illustra l'attività del suo Dipartimento e cede quindi la parola ai professori titolari del Dipartimento di italianistica presso le Università di Amsterdam e di Utrecht. Interventi del Prof. Hendrix, titolare del Dipartimento di italianistica dell'Università di Utrecht, del Prof. De Rooy dell'Università di Amsterdam · e del Prof. Lo Cascio, ex Direttore del Dipartimento di italianistica dell'Università di Amsterdam e autore del più diffuso dizionario italiano/neerlandese attualmente in uso. A seguire, interventi di uno studente dell'Università di Leiden e di uno studente dell'Università di Amsterdam. Al termine, breve intervento del Signor Presidente della Repubblica. Successivamente, il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi vengono accompagnati nell'attigua "Sala del sudore", così soprannominata in quanto tradizionalmente ospita gli studenti in attesa dell'esito della discussione della tesi di laurea. Sui muri e sul tavolo della "Sala del sudore" sono visibili le firme di tutti gli studenti che si sono laureati presso l'Università di Leiden (compresa quella di S.M. la Regina Beatrice).

12.45

Firma del Libro d'Onore dell'Università di Leiden nella "Sala del sudore". Successivamente, il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi vengono accompagnati all'uscita dell'Università di Leiden dal Presidente e dal Rettore. Sono a salutare il Commissario di S.M. la Regina Beatrice nella Provincia dell'Olanda del Sud e il Sindaco di Leiden. La Coppia Presidenziale prende quindi congedo e si trasferisce al Palazzo Reale di Noordeinde.

13.25

Arrivo al Palazzo Reale di Noordeinde. S.A.R. la Principessa Maxima si accomiata dal Signor Presidente della Repubblica e dalla Signora Franca Ciampi.
A seguire colazione privata.

16.00

Saluto finale informale di S.M. la Regina Beatrice al Signor Presidente della Repubblica e alla Signora Franca Ciampi.

16.10

Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi si trasferiscono alla Residenza dell'Ambasciatore d'Italia.
La Residenza dell'Ambasciatore d'Italia si trova nella elegante zona contigua alla monumentale Piazza 1813, al centro della quale sorge il monumento al Re Guglielmo I. Il bianco edificio, costruito nel 1860, fu inizialmente dimora di Gerard Eschauzier, figlio del borgomastro dell'isola di Terschelling, già pluridecorato ufficiale e successivamente dedito al commercio dello zucchero nelle colonie indonesiane. Abitò nella residenza fino al 1881. Il successivo proprietario fu Wybo Hanekuyk, di Harlingen, in Frisia. Di ricca famiglia, intendeva iniziare una raccolta di oggetti scientifici nell'edificio.
Tale progetto non venne però realizzato. Il terzo proprietario fu il Barone Wittert van Hoooland che nel 1907 vendette il palazzo all'Italia. Figura tra gli "edifici monumentali" della città de L'Aja.

16.15

Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi giungono alla Residenza dell'Ambasciatore d'Italia. Sono accolti all'ingresso dall'Ambasciatore d'Italia a L' Aja e dalla Signora Pensa e sono condotti nelle Sale dove sono nel frattempo convenuti i rappresentanti delle Istituzioni italiane e della Comunità italiana nel Regno dei Paesi Bassi. Giunti nel Salone di rappresentanza, l'Ambasciatore d'Italia rivolge un breve indirizzo di saluto al Signor Presidente della Repubblica e alla Signora Franca Ciampi. Breve risposta del Capo dello Stato. Al termine, la Coppia Presidenziale viene accompagnata all'ingresso della Residenza dall'Ambasciatore d'Italia a L' Aja e dalla Signora Pensa. Lungo il percorso, l'Ambasciatore d'Italia presenta al Capo dello Stato alcuni esponenti di rilievo della collettività italiana. Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi prendono quindi congedo e si trasferiscono al Museo Storico dell' Aja.
Sito nel centro cittadino, il Museo Storico de L' Aja (Haags Historisch Museum) è parte della Fondazione dei Musei del Laghetto della Corte (Stichting Hofvijvermusea). Tale fondazione si prefigge lo scopo di valorizzare l'offerta museale dei sei musei che di essa fanno parte, e che sono prospicienti o contigui al Laghetto della Corte. Il Museo Storico ospita reperti preistorici e medievali, stampe e topografie, ritratti, plastici, argenterie e ceramiche originarle della città, collezioni numismatiche e collezioni della Compagnia dei Tiratori di San Sebastiano e offre al visitatori un'ampia panoramica della vita quotidiana a L' Aja attraverso i secoli. L'edificio che ospita il Museo venne costruito nel 1636 per la Compagnia dei Tiratori di San Sebastiano

16.50

Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi si trasferiscono al Museo Storico dell'Aja.
Sono a ricevere all'ingresso il Direttore del Museo, Aad Meinderts, e la curatrice della Mostra, Dott.ssa Marilena Mosco. A seguire visita della Mostra "Meraviglie. Precious, rare and curious objects /rom the Medici treasure".

17.15 Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi si trasferiscono all'Aeroporto militare di Valkenburg -L'Aja.

17.45

Il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi giungono all'Aeroporto Militare di Valkenburg - L'Aja. Due Guardie d'Onore sono posizionate ai piedi della scaletta del velivolo presidenziale. Sono a salutare il Capo del Cerimoniale olandese, De Savomin Lohmann, la Dama di Compagnia e l'Aiutante di Campo di S.M. la Regina Beatrice, l'Ambasciatore del Regno dei Paesi Bassi a Roma, Ronald Henry Loudon, e Consorte, l'Ambasciatore d'Italia a L'Aja, Mario Brando Pensa, e Consorte, l'Addetto Militare in Germania accreditato a L' Aja, Gen. B.A. Leandro De Vincenti e il Comandante dell'Aeroporto. A seguire, il Signor Presidente della Repubblica e la Signora Franca Ciampi, unitamente alla delegazione ufficiale, salgono sul velivolo presidenziale, dove, nel frattempo, ha preso posto la delegazione al seguito.

19.50

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (Area di Rappresentanza). Il Presidente della Repubblica, accompagnato dai componenti la Delegazione ufficiale, scende dall'aereo presidenziale e, alla base della scaletta, viene ricevuto dall'Incaricato d'Affari del Regno dei Paesi Bassi a Roma e dalle altre Personalità ivi convenute.

20.00

Il Capo dello Stato prende quindi posto in auto, unitamente alla Signora Ciampi, per recarsi al Palazzo del Quirinale.

20.25

Il Presidente della Repubblica giunge al Palazzo del Quirinale (Palazzina).