Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

martedì
06 gennaio 1997

Intervento del Presidente della Repubblica a Reggio Emilia alla giornata celebrativa del Bicentenario del Tricolore (1797-1997).

20.00

Il Presidente della Repubblica giunge alla Stazione di Roma -Termini (Via Marsala), dove sono in precedenza convenuti i componenti il Seguito presidenziale.

20.10

Partenza del treno presidenziale. Pranzo a bordo. Martedì 7

8.10

Il treno presidenziale giunge alla Stazione ferroviaria di Reggio Emilia. Disceso dalla carrozza, il Capo dello Stato viene accolto dal Prefetto e dal Sindaco di Reggio Emilia e dal Responsabile di zona delle Ferrovie dello Stato. Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Sindaco di Reggio Emilia, lascia quindi in auto la Stazione ferroviaria. Immediatamente prima, il Prefetto di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto la Stazione ferroviaria.(Corteo: all. 1)

8.15

Il Presidente della Repubblica giunge alla Basilica della Madonna della Ghiara, dove viene accolto dal Presidente della Provincia di Reggio Emilia e dal Priore della Basilica. Celebrazione della Santa Messa da parte del Vescovo di Reggio Emilia, S.E. Rev.ma Mons. Giovanni Paolo Gibertini.

8.50

Il Presidente della Repubblica, unitamente al Prefetto, al Sindaco ed al Presidente della Provincia di Reggio Emilia ed ai componenti il Seguito presidenziale, lascia a piedi la Basilica della Madonna della Ghiara per recarsi al Palazzo del Governo.

8.55

Il Capo dello Stato giunge al Palazzo del Governo.

9.00

Il Presidente della Repubblica incontra, in un salotto della Prefettura, il Prof. P. Carlo Cirillo Fornili, vincitore del concorso sul tema "Il Primo Tricolore nella storia d'Italia", promosso dal Soroptimist International di Reggio Emilia, con il volume "Il Tricolore nel quadro di tre grandi avvenimenti: Rivoluzione, Napoleone e Risorgimento". Partecipa all'udienza anche il Presidente del Soroptimist International di Reggio Emilia, Prof.ssa Laura Margherita Alfieri. Sono inoltre presenti il Prefetto, il Sindaco ed il Presidente della Provincia di Reggio Emilia.

9.20

Il Presidente della Repubblica incontra quindi, il Presidente ed il Direttore Generale della Banca Popolare dell'Emilia Romagna, il Prof. Ugo Bellocchi, autore del volume "Il Tricolore: duecento anni 1797-1997", ed il Presidente dell'Associazione Nazionale Comitato Primo Tricolore, On. Otello Montanari, per la presentazione al Presidente della Repubblica del volume predetto. Partecipano all'incontro il Prefetto, il Sindaco ed il Presidente della Provincia di Rieti.

9.40

Il Capo dello Stato incontra, nel salone di rappresentanza del Palazzo del Governo, i Presidenti del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Consiglio dei Ministri e della Corte Costituzionale - con i rispettivi Segretari Generali -, i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna ed il Commissario del Governo nella Regione Emilia Romagna, ivi nel frattempo convenuti.

9.50

I Presidenti del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Consiglio dei Ministri e della Corte Costituzionale - con i rispettivi Segretari Generali -, i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, il Commissario del Governo nella Regione Emilia Romagna, il Prefetto ed il Presidente della Provincia di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto la Prefettura per recarsi a Piazza Prampolini.(Corteo: all. 2)

9.55

Il Capo dello Stato, accompagnato dal Sindaco di Reggio Emilia, lascia in auto la Prefettura per recarsi a Piazza Prampolini.

10.00

L'auto presidenziale giunge in Piazza Prampolini, dove il Capo dello Stato è accolto dal Presidente del Consiglio dei Ministri, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa e dal Consigliere Militare del Presidente della Repubblica. Ricevuti i prescritti onori, il Presidente della Repubblica - accompagnato dal Presidente del Consiglio dei Ministri, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa e dal Consigliere Militare - passa in rassegna il Reparto d'onore schierato con bandiera e banda. Terminata la rassegna, il Presidente della Repubblica raggiunge, unitamente alle Personalità che lo accompagnano, la pedana, dove hanno in precedenza preso posto, in piedi, i Presidenti del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati e della Corte Costituzionale - con i rispettivi Segretari Generali - i Ministri dell'Interno e dell' Industria, del Commercio e dell' Artigianato, i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, i Sottosegretari di Stato presenti, il Commissario del Governo nella Regione Emilia Romagna, il Prefetto, il Sindaco ed il Presidente della Provincia di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale. Sono altresì presenti sulla pedana i componenti il Comitato per le celebrazioni del Bicentenario del Tricolore dell'Emilia Romagna. Ha quindi luogo la cerimonia dell'alzabandiera sul pennone eretto nella Piazza Prampolini. Al termine della cerimonia, il Presidente della Repubblica - unitamente ai Presidenti degli Organi Costituzionali ed alle altre Personalità presenti - lascia la pedana per recarsi al Palazzo Comunale. Il Presidente della Repubblica raggiunge, quindi, il piano di rappresentanza e sosta brevemente, unitamente ai Presidenti degli Organi Costituzionali, nella Sala Commissioni, dove incontra gli ex membri dell'Assemblea Costituente presenti ed il Prof. Mario Luzi, oratore ufficiale della cerimonia del Bicentenario del Tricolore. Dopo che le Personalità anzidette hanno raggiunto i posti Loro riservati nella Sala del Tricolore, il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Sindaco di Reggio Emilia, fa ingresso nella Sala e prende posto nella poltrona al centro della prima fila dell'emiciclo. Ha inizio la cerimonia:- introduzione del Sindaco di Reggio Emilia, Signora Antonella Spaggiari;- intervento del Presidente del Senato della Repubblica, Sen. Avv. Nicola Mancino;- intervento del Presidente della Camera dei Deputati, On. Prof. Luciano Violante;- consegna al Capo dello Stato, da parte del Sindaco di Reggio Emilia, di copia anastatica del testo del discorso di Giosuè Carducci per il I Centenario del Tricolore e di una pubblicazione del Comune di Reggio Emilia con la traduzione in nove lingue dei princìpii fondamentali della Carta Costituzionale;- brevi parole del Capo dello Stato.

10.55

Il Presidente della Repubblica, dopo una breve sosta nella Sala Commissioni, dove gli vengono presentati i componenti il Comitato per le celebrazioni del Bicentenario del Tricolore dell'Emilia Romagna, lascia in auto il Palazzo Comunale, unitamente al Sindaco di Reggio Emilia, per recarsi al Palazzetto dello Sport. Nel frattempo, i Presidenti degli Organi Costituzionali - con i rispettivi Segretari Generali -, i Ministri dell'Interno e dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato, i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, i Sottosegretari di Stato presenti, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, il Commissario del Governo nella Regione Emilia Romagna, il Prefetto ed il Presidente della Provincia di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo Comunale per recarsi al Palazzetto dello Sport. (Corteo: all. 2)

11.00

Il Presidente della Repubblica giunge al Palazzetto dello Sport e prende posto, in platea, nella poltrona centrale della prima fila. Ha quindi inizio la cerimonia ufficiale di celebrazione del Bicentenario del Tricolore, sul tema: "Il Tricolore ha duecento anni. Il ruolo delle città in un'Italia federale unita da un'unica bandiera". All'arrivo del Capo dello Stato, esecuzione dell'inno nazionale, da parte della Banda Militare dell'Esercito, con coro degli Allievi dell'Accademia Militare di Modena;- indirizzo di saluto del Sindaco di Reggio Emilia, Presidente del Comitato per le celebrazioni per il Bicentenario del Tricolore dell'Emilia Romagna, Sig.ra Antonella Spaggiari;- indirizzo di saluto del Presidente della Provincia di Reggio Emilia, Sig. Roberto Ruini;- prolusione del poeta Mario Luzi;- intervento del Presidente dell'Associazione Nazionale Comuni d'Italia, On. Avv. Vincenzo Bianco;- intervento del Presidente della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna, Dott. Antonio La Forgia;- intervento del Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Prof. Romano Prodi;- discorso del Presidente della Repubblica. Al termine, esecuzione di un brano musicale da parte della Banda Militare dell'Esercito.

12.20

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Sindaco di Reggio Emilia, lascia in auto il Palazzetto dello Sport per recarsi alla Sala Mostre dell'ex Foro Boario. Subito dopo, i Presidenti degli Organi Costituzionali, con i rispettivi Segretari Generali, i Ministri dell'Interno e dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato, i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, i Sottosegretari di Stato presenti, il Commissario del Governo nella Regione Emilia Romagna, il Prefetto ed il Presidente della Provincia di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzetto dello Sport per recarsi alla Sala Mostre dell'ex Foro Boario.(Corteo: all. 2).

12.25

Il Presidente della Repubblica giunge alla Sala Mostre dell'ex Foro Boario. Inaugurazione della Mostra: "I giorni del Tricolore. Politica e società a Reggio Emilia tra Rivoluzione e Restaurazione (1796 - 1814)", allestita dal Comune di Reggio Emilia, in collaborazione con l'Archivio di Stato di Reggio Emilia. La mostra viene illustrata dal Dott. Maurizio Festanti, Direttore delle Biblioteche Comunali.

12.55

Il Presidente della Repubblica, dopo aver preso congedo dalle Personalità presenti, lascia in auto la Sala Mostre dell'ex Foro Boario per recarsi, unitamente al Sindaco di Reggio Emilia, al Palazzo del Governo. Subito dopo, i Presidenti degli Organi Costituzionali - con i rispettivi Segretari Generali -, il Ministro dell'Interno, i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna, il Prefetto ed il Presidente della Provincia di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto la Sala Mostre dell'ex Foro Boario per recarsi al Palazzo del Governo.(Corteo: all. 2)

13.00

Il Presidente della Repubblica giunge al Palazzo del Governo.

13.30

Colazione nel Palazzo del Governo. Pausa pomeridiana.

16.35

I componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto la Prefettura per recarsi al Palazzo Vescovile.(Corteo: all. 1)

16.40

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Prefetto di Reggio Emilia, lascia in auto il Palazzo del Governo per recarsi al Palazzo Vescovile.

16.45

Il Presidente della Repubblica giunge al Palazzo Vescovile, al cui ingresso viene ricevuto dal Vescovo e dal Sindaco di Reggio Emilia. Visita alla mostra "Invito a una riscoperta. Tre opere restaurate", allestita dall'Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici Diocesani, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Modena e Reggio Emilia.

17.20

Il Presidente della Repubblica, dopo essersi congedato dal Vescovo di Reggio Emilia, lascia in auto il Palazzo Vescovile per recarsi alle sale espositive dei Chiostri di S. Domenico, unitamente al Sindaco di Reggio Emilia. Subito dopo, il Prefetto di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo Vescovile per recarsi alle sale espositive dei Chiostri di S. Domenico.(Corteo: all. 1)

17.25

Il Capo dello Stato giunge alle sale espositive dei Chiostri di S. Domenico, dove è accolto dal Presidente dell'Associazione Nazionale Comitato Primo Tricolore. Visita alla Mostra "Il Tricolore 1797-1997 - Tutti gli uomini liberi sono fratelli", allestita dall'Associazione Nazionale Comitato Primo Tricolore, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, nel quadro delle iniziative promosse dal Comitato per le celebrazioni del Bicentenario del Tricolore dell'Emilia Romagna.

17.50

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Sindaco di Reggio Emilia, lascia in auto le sale espositive dei Chiostri di S. Domenico per recarsi al Teatro Municipale Romolo Valli. Immediatamente prima, il Prefetto di Reggio Emilia ed i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto le sale espositive dei Chiostri di S. Domenico per recarsi al Teatro Municipale Romolo Valli.(Corteo: all. 1)

17.55

Il Presidente della Repubblica giunge al Teatro Municipale Romolo Valli, al cui ingresso è accolto dal Vice Presidente del Consiglio dei Ministri - Ministro per i Beni Culturali e Ambientali e dal Presidente del Consorzio dei Teatri Comunali ed accompagnato nel palco presidenziale. Nel retropalco, il Capo dello Stato incontra il Presidente del Consiglio dei Ministri, con la Consorte, ivi in precedenza convenuto.

18.05

Ha inizio il concerto del Bicentenario del Tricolore diretto dal Maestro Claudio Abbado.(Programma: all. 3)

19.50

Il Presidente della Repubblica si congeda dalle Autorità presenti e lascia in auto il Teatro Municipale Romolo Valli per recarsi all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale. Immediatamente prima, i componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Teatro Municipale per recarsi all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale.

20.45

L'auto presidenziale giunge all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale, dove il Presidente della Repubblica viene ricevuto dal Prefetto di Bologna e dal Direttore dell'Aeroporto.

21.00

Decollo dell'aereo presidenziale. Pranzo a bordo.

21.45

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (CAI).

IMMAGINI (143)