Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

sabato
10 giugno 1995

Intervento del Presidente della Repubblica alla cerimonia inaugurale della XLVI Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia.

12.00

L'elicottero presidenziale - proveniente da Sabaudia - giunge all'Aeroporto di Ciampino (CAI), dove sono in precedenza convenuti la Signorina Scalfaro e gli altri componenti il Seguito presidenziale previsti per l'impegno a Venezia.

12.05

Decollo dell'aereo presidenziale.

13.00

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto Marco Polo di Venezia-Tessera, dove il Presidente della Repubblica viene ricevuto - in forma strettamente privata - dal Prefetto di Venezia e dal Direttore dell'Aeroporto. Il Presidente della Repubblica prende posto in motoscafo per recarsi a Venezia. (Sistemazione a bordo dei motoscafi: allegato "A")

13.30

Il motoscafo presidenziale giunge all'imbarcadero di Piazza San Marco.Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalla Signorina Scalfaro, dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, dal Prefetto di Venezia e dai componenti il Seguito presidenziale, raggiunge a piedi, attraverso Piazza San Marco, un ristorante della zona.Colazione strettamente privata.

15.00

Il Presidente della Repubblica raggiunge a piedi Piazza San Marco e, quindi, la Prefettura.

15.15

Il Capo dello Stato giunge al Palazzo del Governo. Pausa pomeridiana.

17.00

Impegno privato in Prefettura.

17.30

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dalla Signorina Scalfaro, dal Ministro per i Beni Culturali e Ambientali, lascia in motoscafo la Prefettura per recarsi ai Giardini di Castello.(Sistemazione a bordo dei motoscafi: allegato "A" ).

17.45

Il motoscafo presidenziale giunge all'imbarcadero dei Giardini di Castello, dove il Capo dello Stato è accolto dal Sindaco di Venezia, dal Presidente e dal Segretario Generale dell'Ente Autonomo La Biennale di Venezia. Unitamente alle predette Personalità ed al Seguito, il Presidente della Repubblica raggiunge l'ingresso dei Giardini della Biennale, dove si trovano ad attenderlo il Presidente del Senato della Repubblica, il Ministro degli Affari Esteri, il Presidente della Giunta Regionale del Veneto ed il Commissario del Governo per la Regione Veneto.

17.55

Giunge all'imbarcadero dei Giardini di Castello il Presidente della Repubblica d'Ungheria, con la Consorte, che viene ricevuto dal Ministro degli Affari Esteri, dal Prefetto e dal Sindaco di Venezia e dal Presidente della Biennale. Accompagnato dalle predette Personalità, il Presidente della Repubblica d'Ungheria, con la Consorte, raggiunge i Giardini della Biennale dove, all'ingresso del Padiglione del Libro, incontra il Presidente della Repubblica italiana. Dopo la presentazione all'illustre Ospite del Presidente del Senato della Repubblica, del Ministro per i Beni Culturali e Ambientali, del Presidente della Giunta Regionale del Veneto, del Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, del Commissario del Governo per la Regione Veneto e del Seguito presidenziale e la presentazione al Capo dello Stato delle Personalità facenti parte del Seguito ungherese, i due Capi di Stato sostano brevemente all'interno del Padiglione del Libro, unitamente al Presidente del Senato della Repubblica ed ai Ministri, mentre le altre Autorità si recano a prendere posto nella zona allestita per l'inaugurazione dell'Esposizione.

18.15

Il due Capi di Stato raggiungono il luogo della cerimonia e prendono posto nelle poltrone Loro riservate. Ha inizio la cerimonia:- indirizzo di saluto del Sindaco, Prof. Massimo Cacciari;- indirizzo di saluto del Presidente dell'Ente Autonomo La Biennale di Venezia, Dott. Gian Luigi Rondi;- discorso del Ministro per i Beni Culturali e Ambientali, Prof. Antonio Paolucci;- presentazione dei componenti la Giuria;- lettura delle motivazioni, effettuata dal Presidente della Giuria, e consegna dei premi, effettuata dal Presidente dell'Ente Autonomo La Biennale di Venezia.

18.45

Il Presidente della Repubblica d'Ungheria ed il Presidente della Repubblica italiana, unitamente alle altre Personalità anzidette ed ai rispettivi Seguiti, compiono una visita al Padiglione italiano. La visita è illustrata dal Direttore del Settore Arti Visive della Biennale, Prof. Jean Clair. Successivamente, i due Capi di Stato visitano i Padiglioni ungherese, israeliano e sud coreano.

19.30

Il Presidente della Repubblica d'Ungheria, con la Consorte, il Presidente della Repubblica italiana, con la Signorina Scalfaro, il Presidente del Senato della Repubblica, i Ministri degli Affari Esteri e per i Beni Culturali e Ambientali, il Presidente della Giunta Regionale del Veneto, il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, il Commissario del Governo per la Regione Veneto, il Prefetto ed il Sindaco di Venezia ed i due Seguiti ungherese ed italiano lasciano i Giardini di Castello, unitamente al Presidente ed al Segretario Generale della Biennale, e si trasferiscono in motoscafo a Palazzo Grassi. (Sistemazione a bordo dei motoscafi: allegato "B")

19.55

Il motoscafo presidenziale giunge a Palazzo Grassi.Accolti dal Presidente della FIAT, Sen. Avv. Gianni Agnelli, i due Capi di Stato accompagnati dalle Personalità anzidette e dai rispettivi Seguiti, visitano le sezioni della Mostra del Centenario, ivi allestita, sul tema "Identità e alterità. Una breve storia del corpo umano".

20.30

Conclusa la visita, il Presidente della Repubblica d'Ungheria, con la Consorte, si congeda dal Capo dello Stato e dalle Personalità presenti e lascia in motoscafo Palazzo Grassi, unitamente al proprio Seguito. Subito dopo, il Presidente della Repubblica, accompagnato dai Ministri della Presidenza della Repubblica, dal Prefetto di Venezia e dai componenti il Seguito presidenziale, lascia in motoscafo Palazzo Grassi per recarsi all'Aeroporto Marco Polo di Venezia-Tessera.(Sistemazione a bordo del motoscafo: allegato "A") La Signorina Scalfaro, accompagnata dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, lascia in motoscafo Palazzo Grassi, per raggiungere Santa Chiara e, da qui, in auto, l'Aeroporto di Venezia Tessera.

21.00

Il Presidente della Repubblica giunge all'Aeroporto Marco Polo di Venezia-Tessera. Decollo dell'aereo presidenziale. Pranzo a bordo.

22.00

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (CAI).