Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

lunedì
03 novembre 2003

Cerimonia di consegna, in occasione del Giorno dell'Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate, dei Diplomi di I Classe, con Medaglia d'Oro, conferiti per l'anno 2002, ai Benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte - settore Istruzione e dei premi ai vincitori del concorso nazionale "Recupero della memoria storica legata al Risorgimento e alla nascita della Repubblica", alla presenza di un gruppo di studenti partecipanti al "Progetto Scuola"

16.30

Giungono al Palazzo del Quirinale (ingresso da Porta Principale) gli invitati alla cerimonia che salendo per lo Scalone d'Onore (lato opposto Ufficio Affari Militari) si recano a prendere posto nel Salone dei Corazzieri.

16.50

Giunge al Palazzo del Quirinale (ingresso da Porta Principale) il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Dott.ssa Letizia Moratti, che, disceso dalla vettura ai piedi dello Scalone d'Onore (lato Ufficio per gli Affari Militari), viene accolto da un Cerimoniere della Presidenza della Repubblica ed accompagnato, salendo per lo Scalone d'Onore, nella Sala di Rappresentanza, dove sono ad attendere il Vice Segretario generale ed il Vice Segretario generale Amministrativo della Presidenza della Repubblica ed i Consiglieri del Presidente della Repubblica.

16.50

Il Capo dello Stato e la Signora Ciampi, accompagnati dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica e preceduti dal Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, dall'Aiutante di Campo di servizio e dal Comandante del Reggimento Corazzieri, giungono - percorrendo la Lungamanica - nella Sala di Rappresentanza, dove ha luogo l'incontro con il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Dott.ssa Letizia Moratti.

17.00

Il Presidente della Repubblica e la Signora Ciampi, unitamente alla predetta Autorità, fanno ingresso nel Salone dei Corazzieri e prendono posto nelle poltrone loro riservate. Ha inizio la cerimonia: indirizzo di saluto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Dott.ssa Letizia Moratti; saluto del Presidente della Repubblica; consegna, da parte del Presidente della Repubblica, dei Diplomi di I Classe, con Medaglia d'Oro, conferiti per l'anno 2002, ai Benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte - settore Istruzione (premiati e motivazioni: all. «1»); successiva consegna, da parte del Capo dello Stato, dei premi riservati ai vincitori del concorso nazionale "Recupero della memoria storica legata al Risorgimento e alla nascita della Repubblica", rivolto agli studenti delle scuole medie superiori, bandito dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, in collaborazione con l'Istituto per la Storia del Risorgimento (premiati e motivazioni: all. «2»). Al termine, consegna al Capo dello Stato, da parte dell'AmministratoreDelegato dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Dott. Lamberto Gabrielli, e del Presidente della Società Italiana per le Edizioni d'Arte - SIPLEDA, Dott. Luigi Tondi, di una collezione di medaglie in argento dedicate all'Unità d'Italia (nota illustrativa: all. «3»).
Allegato «1»: premiati e motivazioni
Prof. Alberto AVALLONE. Docente di Storia e Filosofia presso il Liceo Scientifico "Tito Lucrezio Caro" di Napoli. È docente di riconosciuta serietà professionale. Ha realizzato con gli alunni un progetto didattico interattivo per ricerche sulla Storia della Resistenza.
Collegio "Alessandro Volta" di Lecco. Ritira il riconoscimento il Rettore, Don Gian Luigi PANZERI. Il Collegio opera a Lecco da un secolo offrendo un notevole contributo all'azione educativa ed alla crescita culturale dei giovani.
Medaglia d'Oro alla Memoria del Prof. Giorgio DEPANGHER. Ritira il riconoscimento la Professoressa Silvia FRANCO. Docente di materie letterarie nelle scuole secondarie. Nella sua attività di insegnante ha stimolato negli alunni lo spirito di curiosità ed il senso dell'osservazione.
Medaglia d'Oro alla Memoria della Prof.ssa Grazia Maria FIORE. Ritira il riconoscimento il marito, Sig. Paolo FEDELI. Docente di storia e filosofia nelle scuole secondarie. Ha coltivato le tematiche legate al Sud. Ha reso viva ed attuale, attraverso l'insegnamento, la Storia della Resistenza e della nascita della Repubblica.
Medaglia d'Oro alla Memoria del Prof. Francesco GALLINA. Ritira il riconoscimento la moglie, Professoressa Giuseppina SORU. Docente di Storia e Filosofia nelle scuole secondarie. Docente di indiscusso valore e di riconosciuta efficacia, è stato, tra l'altro, membro del Movimento di Liberazione e del Comitato Provinciale dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia.
Sig. Vincenzo GANINO. Insegnante elementare in pensione. È stato l'animatore dei Centri di lettura e di educazione permanente di Catanzaro. Si è prodigato per l'approfondimento dei problemi sociali emergenti.
Medaglia d'Oro alla Memoria del Prof. Giuseppe LAZZARO. Ritira il riconoscimento il Prof. Donato PETTI. Docente di Matematica e Fisica. Docente per lunghi anni nelle scuole, della capitale, della Congregazione religiosa dei fratelli delle scuole cristiane. Costante il suo impegno nel promuovere la crescita dei giovani.
Sig. Giulio MENDOZZA. Insegnante elementare in pensione. Esemplare la sua lunga azione educativa, svolta con sapienza e scrupolo. Eccellente la preparazione professionale posseduta.
Medaglia d'Oro alla Memoria del Prof. Manlio MICHELUTTI. Ritira il riconoscimento la moglie, Signora Carla TAMAGNINI. Docente di materie letterarie nelle scuole secondarie. Maestro impareggiabile di tanti giovani, ha riscosso presso le famiglie sentimenti di gratitudine e stima per l'opera svolta con particolare dedizione.
Medaglia d'Oro alla Memoria della Sig.ra Anna Maria MORREALE. Ritira il riconoscimento la figlia, Signora Giada Tiziana OROBELLO. Insegnante elementare. Dotata di non comuni capacità intellettuali, ha seguito, come psicopedagogista, il problema della dispersione scolastica nel Primo Circolo di Bagheria, con risultati unanimemente apprezzati.
Prof. Salvatore NOCERA. Docente di Diritto nelle scuole secondarie in pensione. Si è occupato, con particolare impegno, dei problemi dell'integrazione scolastica dei portatori di handicap.
Prof.ssa Caterina PETRUZZI. Ispettore tecnico presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Ha collaborato alla messa a punto della normativa di attuazione della legge di riforma dell'esame di Stato, curando i dispositivi relativi ai contenuti pedagogico-culturali.
Medaglia d'Oro alla Memoria della Sig.ra Concettina RAMETTA. Ritira il riconoscimento il marito, Signor Gaetano PIGNATELLO. Insegnante elementare, dotata di grande cultura e di ottime competenze metodologico-didattiche, ha amato l'innovazione e la sperimentazione di nuovi e diversi modi di fare scuola.
Prof. Antonio Marcello VILLUCCI. Docente di materie letterarie nelle scuole secondarie in pensione.. Eccellente è stata la sua opera di educatore. È autore di pregevoli pubblicazioni di carattere storico, artistico, letterario ed archeologico dell'area aurunca.
Allegato «3»: nota illustrativa
Questa emissione celebrativa è costituita da 21 medaglie in argento, una per ognuna delle venti Regioni italiane ed una a rappresentare l'Italia. I soggetti delle medaglie, realizzati da incisori della Zecca, riprendono le sculture regionali raffigurate sul Vittoriano e, per le Regioni di più recente istituzione, il rispettivo stemma. Altre decorazioni del sommo portico del monumento sono state impiegate per completare le immagini, così come quella che rappresenta il nostro Paese, l'Italia turrita.

17.50

Il Capo dello Stato e la Signora Ciampi, dopo aver preso congedo dalle Personalità presenti, lasciano il Salone delle Feste e, compiendo a ritroso il percorso iniziale, fanno rientro in Palazzina. Successivamente, gli invitati alla cerimonia, scendendo per lo Scalone d'Onore, lasciano il Palazzo del Quirinale.