Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

martedì
03 giugno 2003

Incontro con i piloti di motociclismo campioni del mondo ed una Delegazione della Federazione Motociclistica Italiana

9.20

Giungono al Palazzo del Quirinale (ingresso da Porta Principale) i piloti di motociclismo ed i componenti la Delegazione della Federazione Motociclistica Italiana invitati all'incontro che, salendo per lo Scalone d'Onore (lato opposto all'Ufficio per gli Affari Militari), si recano nel Salone delle Feste, dove prendono posto a sedere.

9.50

Giungono al Palazzo del Quirinale il Presidente ed il Segretario generale del CONI, Dott. Giovanni Petrucci e Dott. Raffaele Pagnozzi, ed il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Dott. Paolo Sesti (ingresso da Porta Principale, Scalone d'Onore lato Ufficio Affari Militari) che, accolti da cerimonieri della Presidenza della Repubblica, vengono accompagnati nella Sala di Rappresentanza, ove sono convenuti il Vice Segretario generale Amministrativo della Presidenza della Repubblica, i Consiglieri ed i Collaboratori del Presidente della Repubblica.

10.00

Il Capo dello Stato accompagnato dal Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica e preceduto dal Capo del Cerimoniale, dall'Aiutante di Campo di servizio e dal Comandante del Reggimento Corazzieri, lascia a piedi la Palazzina e, percorrendo la Lungamanica, giunge nella Sala di Rappresentanza, dove ha luogo l'incontro con le Personalità ivi convenute. Subito dopo, il Presidente della Repubblica fa ingresso nella Sala degli Specchi e prende posto nella poltrona a lui riservata.

10.10

Ha inizio l'incontro: saluto del Presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Dott. Paolo Sesti; saluto del Presidente del CONI, Dott. Giovanni Petrucci; consegna ai piloti italiani vincitori in passato del Campionato del Mondo di Motociclismo delle insegne dell'onorificenza di Commendatore dell'OMRI, da parte del Presidente della Repubblica (elenco in allegato); consegna ai piloti vincitori del Campionato del Mondo di motociclismo, motocrossed enduro, in anni più recenti, di una medaglia del Presidente della Repubblica.
Allegato: Insigniti - "motu proprio" del Presidente della Repubblica - dell'onorificenza di Commendatore OMRI.
Sig. Giacomo AGOSTINI, già campione del mondo di motociclismo, specialità velocità, quindici titoli iridati, classi 350 e 500 negli anni dal 1966 al 1975. Sig. Pier Paolo BIANCHI, già campione del mondo di motociclismo, specialità velocità, classe 125 negli anni 1976, 1977 e 1980. Sig. Eugenio LAZZARINI, già campione del mondo di motociclismo, specialità velocità, classi 50 e 125 negli anni 1978, 1979 e 1980. Sig. Renzo RUFFO, già campione del mondo di motociclismo, specialità velocità, classi 125 e 250 negli anni dal 1949 al 1951 (ritira il figlio Paolo, per l'impossibilità dell'ex campione di essere presente, per ragioni di salute). Sig. Carlo UBBIALI, già campione del mondo di motociclismo, specialità velocità, nove titoli iridati, classi 125 e 250 negli anni 1951, 1955, 1956, 1958, 1959 e 1960.
Riceveranno una medaglia d'argento del Presidente della Repubblica: Sig. Massimiliano BIAGGI, già campione del mondo, specialità velocità, classe 250 negli anni dal 1994 al 1997. Sig. Luca CADALORA, già campione del mondo, specialità velocità, classe 125 nel 1986 e classe 250 negli anni 1991 e 1992. Sig. Loris CAPIROSSI, già campione del mondo, specialità velocità, classe 125 negli anni 1990 e 1991 e classe 250 nel 1993. Sig. Mario RINALDI, campione del mondo, specialità enduro, classe 350 negli anni 1992, 1994 e 1997, classe 400 nel 2000. Sig. Gian Marco ROSSI, campione del mondo, specialità enduro, classe 80 anni 1992 e 1993 e classe 250 4 T nel 1998. Sig. Giovanni SALA, campione del mondo, specialità enduro, classe 500 nel 1993, classe oltre 175 negli anni 1994 e 1995, classe 250 2 T e scratch nel 1998, classe 400 nel 1999.
Campioni del mondo in carica: Sig. Marco MELANDRI, specialità velocità, classe 250. Sig. Valentino ROSSI, specialità velocità, classe 500. Già campione del mondo, classe 125 nell'anno 1997, classe 250 nel 1999, classe 500 nel 2001. Impossibilitato a rientrare in Italia, la medaglia è stata ritirata dal Sig. Carlo Fiorani. Sig. Andrea BARTOLINI, specialità Motocross, campione del mondo a squadre (Motocross delle Nazioni). Già campione del mondo nel 1999 per la classe 500 ed a squadre Motocross delle Nazioni. Sig. Alessio CHIODI, specialità Motocross, campione del mondo a squadre (Motocross delle Nazioni). Già campione del mondo dal 1997 al 1999 per la classe 125, e campione del mondo a squadre Motocross delle Nazioni per l'anno 1999. Sig. Alessandro PUZAR, specialità motocross, campione del mondo a squadre, (motocross delle Nazioni). Già campione del mondo nel 1990 per la classe 250 e nel 1995 per la classe 125.

10.45

Il Presidente della Repubblica prende congedo dalle Personalità presenti e, accompagnato come all'arrivo, lascia la Sala degli Specchi per fare rientro in Palazzina. Successivamente gli invitati, scendendo per lo Scalone d'Onore, lasciano il Palazzo del Quirinale attraverso Porta Principale.

IMMAGINI (6)

discorsi svolti nella stessa giornata