Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 49.538 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 357 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 184.277 fotografie; 1.416 audiovisivi; 12.012 complessi archivistici; 6.523 discorsi e interventi; 5.249 atti firmati; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 109 volumi in Biblioteca digitale per un totale di 22.673 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 762 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 780.000 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 23 luglio 2019)

Il Diario storico

 

venerdì
28 maggio 1948

Giuramento del Vescovo di Macerata e Tolentino

Il Presidente della Repubblica ha ricevuto in udienza solenne alle ore 11,30 S.E. Rev.ma Mons. Silvio Cassulo, Vescovo di Macerata e Tolentino il quale ha prestato il giuramento di rito secondo il consueto cerimoniale. La cerimonia si è svolta nel salone degli Ambasciatori. L'illustre Prelato è stato ricevuto dal Cerimoniere e da un Aiutante di Campo.
Il Signor Presidente era assistito dall' Avv. Carbone, Segretario generale, e dal Col. Calogero in rappresentanza del Generale Marazzani, assente perché indisposto a Milano.
Il nuovo Vescovo è stato introdotto alla presenza del Presidente della Repubblica dal Cerimoniere, prendendo posto nell'inginocchiatoio situato di fronte alla scrivania presidenziale. Il Presidente della Repubblica ha letto il preambolo del verbale di giuramento ed il Vescovo, con la mano sinistra posata sui Vangeli, ha letto la formula del giuramento. I verbali sono stati firmati dal Vescovo, dai due testimoni o dal Ministro dell'Interno, intervenuti tutti alla cerimonia.
Terminata la cerimonia del giuramento il Signor Presidente ha intrattenuto in colloquio particolare il nuovo Vescovo il quale poco dopo Gli ha presentato il suo seguito.
Alle ore 12,15 la cerimonia si è ripetuta per il giuramento di S.E. Rev.ma Mons. Giovanni Battista del Pra, nuovo Vescovo di Terni e Narni.