Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 249.760 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.910 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 dicembre 2021)

Il Diario storico

 

venerdì
14 maggio 1993

Intervento del Presidente della Repubblica - in forma privata - a Bologna alla seconda parte della prima sessione dei lavori del "Seminario europeo della scienza e della cultura" ed alla cerimonia di conferimento della laurea honoris causa in giurisprudenza a Jacques Delors, Presidente della Commissione delle Comunità Europee

14,15

I componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto il Palazzo del Quirinale (Palazzina) per recarsi all'Aeroporto di Ciampino (CAI) (corteo: vedi allegato).
Allegato: corteo (***)
vettura A:
Prefetto di Bologna (*), Min. AMADUZZI (**), Prefetto JANNELLI;
vettura B:
Dott. SCELBA, Dott. MESSINA;
vettura C:
Prof. SAMMARTINO, Dott. GORI.
(*) Solo nei percorsi: dall'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale all'Accademia delle Scienze; dalla Prefettura di Bologna all'Aula Magna
dell'Università; dall'Aula Magna dell'Università all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale.
(**) Nel percorso dalla Prefettura di Bologna all'Aula Magna dell'Università, il Min. Amaduzzi prende posto insieme al Cons. Gifuni su un'altra autovettura che precede la vettura "A".
(***) Nel percorso dall'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale all'Accademia delle Scienze si accodano al corteo due macchine con a bordo l'Amb. Iannuzzi ed il Min. Vattani.

14,35

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto il Palazzo del Quirinale per recarsi all'Aeroporto di Ciampino (CAI).

15,00

La vettura presidenziale giunge all'Aeroporto di Ciampino (CAI), dove è in precedenza convenuto il Ministro degli Affari Esteri.

15,10

Decollo dell'aereo presidenziale.

15,55

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale, dove il Presidente della Repubblica viene ricevuto, in forma strettamente privata, dal Prefetto di Bologna e dal Direttore dell'Aeroporto. Il Segretario generale della Presidenza della Repubblica, il Prefetto di Bologna e gli altri componenti il Seguito presidenziale prendono posto in auto per recarsi all'Accademia delle Scienze (corteo: vedi allegato).

16,00

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Ministro degli Affari Esteri, lascia in auto l'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale per recarsi all'Accademia delle Scienze.

16,15

La vettura presidenziale giunge all'Accademia delle Scienze (Via Zamboni, 33). Disceso dalla vettura, il Presidente della Repubblica viene ricevuto dal Sindaco di Bologna. Sulla soglia di ingresso, si trovano ad accogliere il Capo dello Stato il Presidente della Commissione delle Comunità Europee ed il Rettore dell'Università degli Studi di Bologna. Il Presidente della Repubblica fa quindi ingresso nell'atrio, dove incontra i Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia-Romagna ed il Commissario del Governo nella Regione Emilia-Romagna. Subito dopo, il Presidente della Repubblica si accomiata dai Presidenti della Giunta e del Consiglio Regionale dell'Emilia-Romagna, dal Prefetto di Bologna, dal Commissario del Governo nella Regione Emilia-Romagna e dal Sindaco di Bologna - che lasciano in auto l'Accademia e raggiunge l'Aula Carducci, dove ha luogo la presentazione dei Vice Presidenti dell'Accademia delle Scienze, i quali, unitamente ai componenti il Seguito presidenziale, si recano quindi a prendere posto nella Sala Ulisse.

16,40

Il Presidente della Repubblica fa ingresso nella Sala Ulisse e prende posto nella poltrona riservatagli. Ha inizio la seconda parte della prima sessione del "Seminario europeo della scienza e della cultura" sul tema "L'educazione come sorgente d'identità".

18,15

Dopo essersi congedato dalle Personalità presenti, il Presidente della Repubblica, accompagnato all'uscita come all'arrivo, lascia in auto, unitamente al Segretario generale della Presidenza della Repubblica, l'Accademia delle Scienze per recarsi in Prefettura. Subito dopo, gli altri componenti il Seguito presidenziale lasciano a loro volta in auto l'Accademia delle Scienze per recarsi in Prefettura (corteo: vedi allegato).

18,20

L'auto presidenziale giunge all'ingresso del Palazzo del Governo. Disceso dalla vettura, il Presidente della Repubblica viene accolto dal Prefetto di Bologna ed accompagnato, salendo con l'ascensore, al piano di rappresentanza. Pausa.

18,45

Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Sindaco di Bologna, lascia in auto la Prefettura per recarsi all'Aula Magna dell'Università degli Studi di Bologna. Immediatamente prima, il Segretario generale della Presidenza della Repubblica, il Prefetto di Bologna e gli altri componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto la Prefettura per recarsi all'Aula Magna dell'Università degli Studi di Bologna (corteo: vedi allegato).

18,50

L'auto presidenziale giunge dinanzi all'ingresso dell'Aula Magna di Santa Lucia (Via Castiglione 36). Disceso dalla vettura, il Capo dello Stato viene accolto dal Rettore dell'Università degli Studi di Bologna ed accompagnato nel corridoio parallelo all'Aula Absidale, dove ha luogo la presentazione del Senato Accademico. Subito dopo, il Presidente della Repubblica si reca nella Sala Absidale dove incontra il Presidente della Commissione delle Comunità Europee, il Ministro degli Affari Esteri, il Vice Presidente della Commissione della Comunità Europea, il Preside della Facoltà di Giurisprudenza ed il Professore che ha proposto il conferimento della laurea honoris causa in giurisprudenza. Nel frattempo, il Senato Accademico e i componenti il Seguito presidenziale si recano a prendere posto nell'Aula Magna.

19,00

Il Presidente della Repubblica ed il Presidente della Commissione delle Comunità Europee, preceduti dal Rettore dell'Università degli Studi di Bologna, fanno ingresso nell'Aula Magna di Santa Lucia e prendono posto nelle poltrone Loro riservate. Ha inizio la cerimonia di conferimento al Presidente della Commissione delle Comunità Europee della laurea honoris causa in giurisprudenza:
- discorso del Rettore dell'Università degli Studi di Bologna, Prof. Fabio Alberto Roversi Monaco;
- illustrazione della figura del Presidente della Commissione delle Comunità Europee da parte del proponente della laurea honoris causa, Prof. Paolo Mengozzi;
- lettura del verbale di conferimento della laurea honoris causa, da parte del Preside della Facoltà di Giurisprudenza, Prof. Marco Cammelli;
- rito medioevale;
- lettura del diploma di laurea honoris causa in giurisprudenza da parte del Rettore dell'Università degli Studi di Bologna;
- lezione dottorale del Presidente della Commissione delle Comunità Europee, Sig. Jacques Delors;
- coro.

20,00

Il Presidente della Repubblica si congeda dalle Autorità presenti e, accompagnato dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica, lascia in auto l'Aula Magna di Santa Lucia per recarsi all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale. Subito dopo, il Prefetto di Bologna e gli altri componenti il Seguito presidenziale lasciano in auto a loro volta l'Aula Magna per recarsi all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale (corteo: vedi allegato).

20,15

L'auto presidenziale giunge all'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale, dove il Capo dello Stato viene ricevuto dal Direttore dell'Aeroporto. Dopo essersi accomiatato dal Prefetto di Bologna, il Presidente della Repubblica sale a bordo dell'Aereo presidenziale. Decollo dell'aereo presidenziale. Pasto leggero a bordo.

20,50

L'aereo presidenziale atterra all'Aeroporto di Ciampino (CAI). Il Presidente della Repubblica prende posto in auto per recarsi alla propria abitazione.

21,20

Il Presidente della Repubblica giunge all'abitazione.