Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 440.016 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 10.445 audiovisivi; 16.918 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950;11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 168.952 comunicati di cui 28.360 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; oltre 500 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 24 maggio 2024)

Il Diario storico

 

martedì
18 febbraio 1986

Visita di Stato del Signor Presidente della Repubblica nel Regno del Belgio e visite alla Comunità Europee ed al Consiglio Atlantico (18 - 22 febbraio 1986)

8,30

I componenti del Seguito ufficiale e non ufficiale del Signor Presidente della Repubblica giungono all'aeroporto di Ciampino (zona militare).

8,50

Il Signor Presidente della Repubblica giunge all'aeroporto di Ciampino.

9,00

Decollo dell'aereo presidenziale per la visita di Stato nel Regno del Belgio e le visite alle sedi della CEE e della NATO.

11,00

Il Signor Presidente della Repubblica giunge all'aeroporto nazionale di Zaventem.
Sono ad accogliere ai piedi della scaletta: S. M. il Re dei Belgi; un Membro del Governo belga; l'On. Ministro degli Affari Esteri d'Italia (giunto in precedenza nella Capitale belga); l'Ambasciatore d'Italia nel Regno del Belgio; l'Ambasciatore del Regno del Belgio in Italia.
Il Signor Presidente della Repubblica presenta al Re dei Belgi i componenti del Seguito ufficiale.
Il Seguito non ufficiale lascia l'aereo dal portello posteriore e prende subito posto nelle autovetture.
Inni nazionali. Onori militari.
Successivamente, nella sala d'onore dell'aeroporto, vengono presentati al Signor Presidente della Repubblica altri Membri del Governo belga ed alte Autorità dello Stato. Sono altresì presenti gli Ambasciatori Rappresentanti Permanenti d'Italia presso il Consiglio Atlantico e presso le Comunità Europee, i Consoli italiani in Belgio ed una delegazione del personale in servizio presso l'Ambasciata d'Italia a Bruxelles.
Sono infine presenti gli Ambasciatori stranieri accreditati presso il Quirinale e residenti a Bruxelles.
Terminate le presentazioni, il Signor Presidente della Repubblica e S. M. il Re dei Belgi prendono posto in autovettura e, accompagnati dai rispettivi Seguiti, partono alla volta del Palazzo Reale di Bruxelles.
CERIMONIA DI ARRIVO
All'arrivo dell'aereo presidenziale, il Capo del Protocollo belga e l'Ambasciatore d'Italia a Bruxelles salgono a bordo.
Il Signor Presidente della Repubblica, seguito immediatamente dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, dal Direttore Generale dell'Emigrazione e Affari Sociali, dal Capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, dal Consigliere Diplomatico del Signor Presidente della Repubblica e dal Consigliere Militare del Signor Presidente della Repubblica, scende ed è salutato ai piedi della scaletta, da S. M. il Re dei Belgi.
Il resto del Seguito ufficiale attende che siano terminate le presentazioni al Re delle predette personalità, prima di scendere a sua volta dall'aereo. S. M. il Re dei Belgi presenta quindi al Signor Presidente della Repubblica il Grande Maresciallo di Corte e la Missione d'Onore belga. Il Signor Presidente della Repubblica presenta a sua volta a S. M. il Re dei Belgi il Seguito ufficiale. Mentre il Seguito ufficiale si dispone ai posti assegnati per assistere alla cerimonia, il seguito non ufficiale raggiunge direttamente il corteo delle autovetture.
Dopo le presentazioni, S. M. il Re dei Belgi invita il Signor Presidente della Repubblica a prendere posto sul podio.
Vengono eseguiti gli inni nazionali italiano e belga.
Il Signor Presidente della Repubblica e S. M. il Re dei Belgi passano quindi in rassegna, con il Consigliere Militare e l'Aiutante di Campo, il Reparto d'Onore.
Nel frattempo i Seguiti si dirigono verso il Salone Reale.
Dopo la rassegna, i due Capi di Stato si dirigono nel Salone Reale dove S. M. il Re dei Belgi presenta al Signor Presidente della Repubblica le Alte cariche dello Stato e quelle Militari.

11,30

Il Signor Presidente della Repubblica e S. M. il Re dei Belgi, accompagnati dai loro Seguiti, si dirigono quindi verso il corteo delle autovetture per trasferirsi al Palazzo Reale di Bruxelles.
Il corteo è scortato da motociclisti della Scorta Reale.
All'arrivo del corteo all'incrocio tra la Rue de la Loi e la Rue Ducale la scorta reale dei motociclisti è sostituita da Guardie a cavallo.

11,40

Il Signor Presidente della Repubblica e S. M. il Re dei Belgi giungono in corteo al Palazzo Reale di Bruxelles.
Nella parte finale del percorso la vettura reale è scortata da Guardie a Cavallo.
Sulla piazza antistante il Palazzo Reale una formazione militare rende gli onori.
Il Signor Presidente della Repubblica congeda il Colonnello Comandante della scorta a cavallo.
S. M. il Re dei Belgi si accomiata dal Signor Presidente della Repubblica.
Nel frattempo, i componenti il Seguito del Signor Presidente della Repubblica vengono accompagnati negli appartamenti loro riservati.

12,15

Il Signor Presidente della Repubblica, accompagnato dall'On. Ministro degli Affari Esteri e da una parte del Seguito, lascia il Palazzo Reale per recarsi al Castello di Laeken, residenza dei Sovrani belgi.

12,25

Il corteo presidenziale giunge al Castello di Laeken.
Qui ha luogo un colloquio privato dei due Capi di Stato.
Ha anche luogo un colloquio dei due Ministri degli Affari Esteri.

13,00

Le LL. MM. il Re e la Regina dei Belgi offrono una colazione in onore del Signor Presidente della Repubblica e del suo seguito.

14,30

Il Signor Presidente della Repubblica, accompagnato dall'On. Ministro degli Affari Esteri e dal seguito, rientra al Palazzo Reale di Bruxelles.

15,45

Il Signor Presidente della Repubblica, assistito dall'On. Ministro degli Affari Esteri, ha un incontro congiunto con i Presidenti del Senato E. Leemans e della Camera J. Defraigne al Palazzo Reale.

16,30

Il Signor Presidente della Repubblica ha un colloquio con il Primo Ministro del Governo belga S. E. il Signor W. Martens, dapprima ristretto e poi allargato ai rispettivi Ministri degli Affari Esteri ed agli Ambasciatori nonché ad altri due Collaboratori.

17,45

Il Signor, Presidente della Repubblica, assistito dall'On. Ministro degli Affari Esteri, ha un incontro con il Ministro delle Finanze e dell'Economia belga, Sig. Philippe Maystadt, con il Ministro delegato della Federazione delle Industrie belghe, Sig. Raymond Pulinckx e con il Governatore della Banca Nazionale belga, Sig. Jean Godaux.

20,00

Le LL.MM. il Re e la Regina dei Belgi offrono un pranzo ufficiale in onore del Signor Presidente della Repubblica nel Palazzo Reale di Bruxelles.
Civili: cravatta nera con decorazione a rosetta. Signore: abito lungo. Militari: uniforme da cerimonia.
Nel corso del pranzo, S. M. il Re dei Belgi pronuncia un'allocuzione, seguita dall'inno nazionale italiano.
Il Signor Presidente della Repubblica risponde a sua volta con un'allocuzione, seguita dall'inno nazionale belga.
Al termine del pranzo, il Signor Presidente della Repubblica fa rientro nel suo appartamento, accompagnato da S. M. il Re dei Belgi.