Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.196 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 30 luglio 2021)

Il Diario storico

 

martedì
14 ottobre 1980

Visita di Stato di S.M. la regina Elisabetta II e di S.A.R. il principe Filippo, duca di Edimburgo (14-16 e 17 ottobre 1980). Arrivo al Palazzo del Quirinale. Colloquio ristretto con S.M. la Regina Elisabetta II

15,20

Giungono al Palazzo del Quirinale (Scalone d'Onore lato opposto al Servizio Affari Militari - ingresso da Porta Principale) le Autorità preavvertite dalla Presidenza del Consiglio dei ministri che vengono accompagnate da Cerimonieri nella Sala di Rappresentanza, dove vengono ricevute dal Vice Segretario generale Amministrativo della Presidenza della Repubblica e dal Capo del Servizio Affari Giuridici e Rapporti con gli Organi Costituzionali.

15,25

Giungono al Palazzo del Quirinale (Terrazza della Vetrata - ingresso da Porta Giardini) i Presidenti del Senato, della Camera, del Consiglio dei ministri e della Corte costituzionale, i quali, accolti alla Terrazza della Vetrata da Consiglieri Militari Aggiunti e da Cerimonieri, vengono accompagnati nello Studio della Vetrata, dove vengono ricevuti dalla Consorte del Segretario generale, dal Consigliere Diplomatico con la Consorte, dal Consigliere per i problemi della Comunità Europea e dal Consigliere per i problemi dell'ordine democratico e della sicurezza.

15,30

Il Presidente della Repubblica - accompagnato dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica e dal Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica - giunge nella Sala delle Firme. Sono presenti: il Consigliere Militare Aggiunto di servizio ed il Comandante dei Corazzieri.

15,40

Il Presidente della Repubblica ed il Segretario generale della Presidenza della Repubblica lasciano la Sala delle Firme e si recano nel Cortile d'Onore.

15,50

Il corteo con S.M. la Regina Elisabetta II e S.A.R, il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, giunge al Palazzo del Quirinale. Scorta di Corazzieri a cavallo da Largo Magnanapoli a Piazza del Quirinale. Lo Stendardo Reale viene issato sul Torrino al fianco della Bandiera Nazionale. S.M. la Regina Elisabetta II e S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, scendono dall'auto ed incontrano il Presidente della Repubblica. Dopo le presentazioni, effettuate dal Capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, i due Capi di Stato ascoltano da fermo l'esecuzione degli inni nazionali britannico ed italiano. S.M. la Regina Elisabetta II ed il Presidente della Repubblica passano quindi in rivista, accompagnati dal Consigliere Militare del Presidente della Repubblica e dall'Aiutante di Campo di Sua Maestà, la Guardia schierata che rende gli onori. Nel frattempo S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, il Ministro degli Affari Esteri britannico, con la Consorte, il Ministro degli Affari Esteri italiano - giunto al Palazzo del Quirinale con il corteo reale - e le Personalità del Seguito britannico in precedenza designate percorrono, accompagnate dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica, il porticato del Cortile fino all'Anticamera dello Studio della Vetrata. Le altre Personalità dei Seguiti britannico ed italiano raggiungono contemporaneamente il piano di rappresentanza salendo per lo Scalone d'Onore. Terminata la rassegna, i due Capi di Stato si recano nell'Anticamera dello Studio della Vetrata dove S.M. la Regina Elisabetta II presenta al Presidente della Repubblica le Personalità del Seguito britannico ivi in precedenza convenute. Successivamente i due Capi di Stato, unitamente a S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, si recano nello Studio della Vetrata dove incontrano i Presidenti del Senato, della Camera, del Consiglio dei ministri e della Corte costituzionale e le altre Personalità del Quirinale. Dopo le presentazioni, i due Capi di Stato e S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo - dopo aver preso congedo delle Autorità che erano a riceverli che lasciano in auto il Palazzo del Quirinale dalla Terrazza della Vetrata - raggiungono, unitamente ai Ministri degli Affari Esteri ed alle altre Personalità dei Seguiti britannico ed italiano, la Sala degli Scrigni e percorrono quindi le Sale antistanti la Piazza del Quirinale fino alla Sala di Rappresentanza, dove incontrano le altre Autorità preavvertite dalla Presidenza del Consiglio dei ministri. Dopo una breve sosta nella Sala di Rappresentanza i due Capi di Stato e S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, si recano nella Galleria dei Busti, dove S.M. la Regina Elisabetta II presenta al Capo dello Stato le Personalità del Seguito britannico. A sua volta, coadiuvato dal Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, il Presidente della Repubblica presenta a S.M. la Regina Elisabetta II ed A.S.A. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, i Funzionari ed Ufficiali della Presidenza della Repubblica e la Missione Italiana al seguito. Al termine delle presentazioni, i due Capi di Stato e S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, fanno ritorno nella Sala di Rappresentanza ove si congedano dalle Personalità presenti. Subito dopo, il Presidente della Repubblica accompagna gli Ospiti negli appartamenti Loro riservati, mentre le altre Personalità britanniche che alloggiano in Palazzo vengono accompagnate alle rispettive foresterie. Nel Salone dei Corazzieri un reparto di Corazzieri rende gli onori. Nel frattempo le Autorità italiane vengono accompagnate da Consiglieri Militari Aggiunti e da Cerimonieri nel Cortile d'Onore e lasciano quindi il Palazzo del Quirinale.

16,25

Il Presidente della Repubblica raggiunge la Vetrata e si reca nello Studio.

16,35

S.M. la Regina Elisabetta II e S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, vengono rilevati nel Loro appartamento dal Capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica e dal Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica ed accompagnati, percorrendo le Sale di Rappresentanza, fino alla Sala d'Ercole. Qui ha luogo l'incontro di S.M. la Regina Elisabetta II e di S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, con il Presidente della Repubblica.

16,40

Dopo le riprese dei cine e foto-operatori, i due Capi di Stato e S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, si recano nello Studio alla Vetrata, dove si intrattengono in colloquio privato.

17,10

Al termine del colloquio, S.M. la Regina Elisabetta II e S.A.R. il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, si congedano dal Presidente della Repubblica. Successivamente, accompagnati come all'arrivo, gli Ospiti percorrono la Sala del Bronzino, la Loggia d'Onore e la Sala delle Api e scendono, quindi con l'ascensore alla Vetrata da dove lasciano in corteo il Palazzo del Quirinale. Il Presidente della Repubblica fa ritorno in Palazzina.