Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 2.196 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 272 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 30 luglio 2021)

Il Diario storico

 

lunedì
08 gennaio 1973

Visita ufficiale del Presidente della Repubblica alla Città di Padova in occasione dell'inaugurazione del 751° anno accademico dell'Università di Padova

10,10

Il treno presidenziale giunge alla Stazione ferroviaria di Padova, dove il Capo dello Stato viene ricevuto - in forma strettamente privata - dal Prefetto di Padova, Dott. Alceo Chiesi. Il Capo dello Stato prende quindi posto in auto, con il seguito, per recarsi in Prefettura (corteo privato: Alleg. «A»).
Allegato «A»: corteo privato
vettura del cerimoniale:
Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare Aggiunto di servizio, Comandante dei Corazzieri;
vettura presidenziale (auto di rappresentanza scortata da Corazzieri in motocicletta):
Presidente della Repubblica, Prefetto di Padova, Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare del Presidente della Repubblica;
vettura di servizio con l'Ispettore Generale Capo di P.S. del Quirinale;
A) Consigliere Parlamentare del Presidente della Repubblica, Capo della Segreteria Particolare e del Servizio Stampa, Signor Paolo Leone.
N.B.: La scorta dei Corazzieri non è prevista per i cortei del pomeriggio.

10,15

Il corteo presidenziale giunge al Palazzo della Prefettura (Riviera Tito Livio). Disceso dalla vettura, il Capo dello Stato - accompagnato dal Consigliere Militare e dal Comandante della Regione Militare - passa in rassegna un picchetto d'onore schierato con bandiera e musica. Quindi il Presidente della Repubblica accede al piano di rappresentanza ed incontra S.E. Rev.ma l'Arcivescovo di Padova. Successivamente - assistito dai Rappresentanti della Camera, del Senato, del Governo, dal Rappresentante del Governo presso la Regione Veneta e dal Prefetto di Padova - il Capo dello Stato riceve dapprima e separatamente: il Presidente della Giunta Regionale, il Presidente del Consiglio Regionale, i Parlamentari nazionali, i Consiglieri regionali della Provincia, il Sindaco con la Giunta, il Primo Presidente ed il Procuratore Generale della Corte d'appello (*), il Giudice dell'Alta Corte di Giustizia delle Comunità Europee, Prof. Alberto Trabucchi, il Comandante della Regione Militare, il Vice Comandante del Dipartimento Militare Marittimo, il Comandante della Regione Aerea e il Presidente dell'Amministrazione Provinciale con la Giunta. Segue la presentazione delle altre Autorità e rappresentanze.
(*) assenti.

11,00

Il Presidente della Repubblica lascia la Prefettura di Padova (corteo ufficiale: Alleg. «B»).
Allegato «B»: corteo ufficiale
vettura del cerimoniale:
Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare Aggiunto di servizio, Comandante dei Corazzieri;
vettura presidenziale (auto di rappresentanza scortata da Corazzieri in motocicletta):
Presidente della Repubblica, Sindaco di Padova, Vice Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere Militare del Presidente della Repubblica;
vettura di servizio con l'Ispettorato Generale Capo di P.S. del Quirinale;
1) Rappresentante della Camera, Rappresentante del Senato;
2) Rappresentante del Governo, Commissario del Governo presso la Regione Veneta, Prefetto di Padova;
3) Presidente della Giunta Regionale del Veneto, Presidente del Consiglio Regionale del Veneto;
A) Consigliere Parlamentare del Presidente della Repubblica, Capo della Segreteria Particolare e del Servizio Stampa, Signor Paolo Leone;
4) Comandante della Regione Aerea, Vice Comandante Regione Dipartimento Militare Marittimo, Presidente dell'Amministrazione Provinciale.
N.B.: Non sono menzionati - perchè assenti - il Procuratore Generale della Corte d'appello ed il Comandante del Dipartimento Militare Marittimo.

11,05

Il corteo presidenziale giunge all'ingresso dell'Università di Padova, dove il Capo dello Stato viene accolto dal Rettore Magnifico dell'Ateneo, Prof. Luciano Merigliano, e dai Pro-Rettori. Preceduto dal Capo del Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, dal Consigliere Militare Aggiunto di servizio e dal Comandante dei Corazzieri ed accompagnato dalle Autorità e dal seguito, il Capo dello Stato raggiunge a piedi il piano di rappresentanza e si reca nello Studio del Rettore dove incontra il Senato Accademico. Successivamente il Presidente della Repubblica si reca nell'Aula Magna dell'Università e prende posto nella poltrona centrale della prima fila. Ha inizio la cerimonia:
- discorso del Rettore Magnifico dell'Università, Prof. Luciano Merigliano;
- discorso del Rappresentante del Governo, On. Mariano Rumor.
Il Rettore offre al Presidente della Repubblica il Sigillo d'oro dell'Ateneo e, quindi, il Capo dello Stato consegna le medaglie d'oro concesse ai benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte. Discorso del Capo dello Stato.

12,00

Al termine dei discorsi, il Presidente della Repubblica effettua una visita al Teatro Anatomico ed alle Sale Accademiche e, prima di lasciare l'Ateneo, incontra brevemente le rappresentanze studentesche nel Cortile Antico.

12,20

Il Capo dello Stato lascia a piedi l'Università di Padova per recarsi al Palazzo Comunale. Nella Sala Consiliare il Sindaco di Padova, Prof. Ettore Bentsik, dopo la presentazione del Consiglio Comunale, rivolge al Presidente della Repubblica un indirizzo di saluto. Risposta del Presidente della Repubblica. Successivamente, il Capo dello Stato effettua una visita alla Sala della Ragione.

12,45

Il Presidente della Repubblica, unitamente alle Autorità ed al seguito, lascia il Palazzo Comunale per fare rientro in Prefettura (corteo ufficiale: Alleg. «B»).

12,50

Rientro in Prefettura.

13,15

Colazione ufficiale in Prefettura.

14,55

Il Capo dello Stato si accomiata dalle Autorità e lascia quindi la Prefettura di Padova. Sul piazzale antistante, il Presidente della Repubblica - accompagnato dal Consigliere Militare e dal Comandante della Regione Militare - passa in rassegna un picchetto d'onore schierato con bandiera e musica.

15,00

Il Capo dello Stato si reca, in forma privata, alla Basilica del Santo (corteo privato: Alleg. «A»).

15,05

Il Corteo presidenziale giunge sulla Piazza della Basilica. All'ingresso del Tempio, il Capo dello Stato viene accolto dal Rettore della Basilica, Padre Tommaso Cappelletto, il quale Lo accompagna nel corso della visita ai principali monumenti artistici e religiosi della Chiesa.

15,30

Il Capo dello Stato, dopo aver attraversato il Chiostro della Magnolia, lascia la Basilica del Santo per recarsi alla Cappella degli Scrovegni (corteo privato: Alleg. «A»).

15,35

Il corteo presidenziale giunge dinanzi alla Cappella degli Scrovegni. All'ingresso, il Presidente della Repubblica viene ricevuto dal Sindaco di Padova e dal Direttore del Museo Civico, Dott. Alessandro Prosdocimi, che Lo accompagnano nel corso della visita agli affreschi della Cappella e, successivamente degli Eremitani.

15,55

Il Capo dello Stato lascia la Cappella degli Scrovegni per recarsi alla Stazione ferroviaria (corteo privato: Alleg. «A ").

16,00

Il corteo presidenziale giunge alla Stazione ferroviaria e il Capo dello Stato prende posto, con il seguito, sul treno presidenziale.

16,05

Partenza del treno presidenziale.

23,08

Il treno che reca a bordo il Capo dello Stato giunge alla Stazione ferroviaria di Roma Ostiense.

IMMAGINI (12)

discorsi svolti nella stessa giornata

Al Sindaco di Padova (pdf)
All'Università di Padova (pdf)