Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 217.442 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 1.416 audiovisivi; 12.519 complessi archivistici; 6.083 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 47.979 comunicati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 239 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 48.103 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.379.618 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 05 aprile 2021)

Il Diario storico

 

mercoledì
24 marzo 1954

Intervento del Presidente della Repubblica alle manifestazioni commemorative per il decennale dell'eccidio delle Fosse Ardeatine (Roma, Mausoleo alle Fosse Ardeatine)

8,40 - Il Presidente della Repubblica, accompagnato dal Segretario generale e dal Consigliere Militare, prende posto in un'automobile Fiat 2800 per recarsi al Mausoleo dei Martiri delle Fosse Ardeatine.
L'auto presidenziale, scortata da Carabinieri guardie in motocicletta, è preceduta da una macchina staffetta dell'Ispettorato Generale di P.S. e da una macchina di servizio con il dr. Piccolomini, il Magg. Baracchini Consigliere Militare aggiunto di servizio e il Cap. Tassoni.
Seguono l'auto presidenziale una prima macchina con il Ministro Mosca, il Prefetto Varino e il dr. d'Aroma e una seconda auto con il Prefetto Chiaramonte.
9,00 - L'auto presidenziale giunge al Mausoleo delle Fosse Ardeatine.
Il Presidente della Repubblica, disceso dalla macchina, viene ricevuto dal Generale Albert, Comandante del Comiliter di Roma e, accompagnato dallo stesso Gen. Albert e dal Consigliere Militare Gen. Marazzani, passa in rassegna una Compagnia d'onore con musica e bandiera. Dopo di che il Presidente della Repubblica fa ingresso nel piazzale interno del Mausoleo dove depone una corona di alloro ai piedi della lapide che ricorda il sacrificio dei Martiri.
Sul posto si trovano due Carabinieri guardie in alta uniforme con la corona.
9,15 - Il Capo dello Stato, dopo aver sostato dinanzi alla lapide in breve raccoglimento, compie una breve visita alle Fosse e al Mausoleo, accompagnato dal Sig. Azzarita Presidente della ANFIM e quindi, dopo aver passato nuovamente in rassegna la Compagnia d'onore con musica e bandiera e ricevuto il saluto e l'omaggio del Gen. Albert, lascia il Mausoleo per fare ritorno al Palazzo del Quirinale.
10,55 - Il Presidente della Repubblica e la Signora Einaudi, accompagnati dal Segretario generale e dal Consigliere Militare, prendono posto in una automobile Fiat 2800 per recarsi alla Chiesa di S. Maria degli Angeli ad assistere alla Messa solenne in suffragio dei Martiri delle Fosse Ardeatine.
L'auto presidenziale, scortata da Carabinieri guardie in motocicletta, è preceduta da una macchina staffetta dell'Ispettorato Generale di P.S. e da una macchina di servizio con il dr. Piccolomini, il Consigliere Militare aggiunto di servizio Magg. Baracchini e il Capitano Tassoni.
Seguono l'auto presidenziale una prima auto con la Signora Luisa Einaudi, la Signora Marazzani, il Ministro Mosca e il Prefetto Varino e una seconda auto con il Prefetto Chiaramonte.
11,00 - Il Presidente della Repubblica e la Signora Einaudi giungono alla Chiesa di S. Maria degli Angeli dall'ingresso di via Cernaia, dove vengono accolti dall'On. Merzagora Presidente del Senato, dall'On. Scelba Presidente del Consiglio dei ministri con la consorte, dall'On. Leone Vice Presidente della Camera, dal Sindaco di Roma e dai Presidenti delle Associazioni Partigiani e Combattenti e Reduci.
Ricevuto il saluto e l'omaggio delle dette personalità, il Presidente della Repubblica e la Signora Einaudi fanno il loro ingresso nella Chiesa. Il Capo dello Stato prende posto in "cornu Evangeli", avendo alla Sua destra i rappresentanti del Parlamento, del Governo e le altre Autorità secondo l'ordine delle precedenze.
La Signora Einaudi, accompagnata dalla Signora Marazzani, prende posto in apposito settore in "cornu epistolae'" avendo alla Sua sinistra la Signora Scelba.
Viene celebrata la Messa solenne in suffragio dei Martiri delle Fosse Ardeatine da S.E. Rev.ma Mons. Pintonello, Ordinario Militare.
Al termine della funzione il Presidente della Repubblica e la Signora Einaudi ricevono il saluto e l'omaggio delle autorità presenti e lasciano la Chiesa di S. Maria degli Angeli per fare ritorno al Palazzo del Quirinale.

discorsi svolti nella stessa giornata

Per il X anniversario delle Fosse Ardeatine (pdf)