Il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Pubblicato il 2 giugno 2018, il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende progressivamente disponibile il patrimonio conservato dall'Archivio storico.
Archivi, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell'Italia repubblicana; testimoniano in modo straordinariamente capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica nello svolgimento delle funzioni che la Costituzione assegna loro; testimoniano le attività dell'Amministrazione e dei suoi protagonisti, che operano a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale: 70.780 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 570 viaggi all'estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 255.574 immagini; 25.111 immagini che documentano la storia d'Italia dalla Monarchia alla Repubblica; 5.842 audiovisivi; 13.288 complessi archivistici; 6.865 discorsi e interventi; 5.325 atti firmati; 55.759 Provvedimenti di grazia; 542 comunicati della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1950; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 59.402 comunicati di cui 22.680 indicizzati dalle presidenze Gronchi a Scalfaro; 300 volumi in Materiali e pubblicazioni per un totale di 50.000 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 516 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti; 1.665.718 triple caricate sull'Endpoint (aggiornamento del 31 ottobre 2023)

 

giovedì
18 giugno 2009

Messaggio di cordoglio del Presidente Napolitano per la scomparsa di Ralf Dahrendorf

Comunicato
Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa con grande commozione e rammarico la notizia della scomparsa di Ralf Dahrendorf, ha inviato un messaggio di partecipazione al dolore dei famigliari: "Dahrendorf è stato un protagonista di grande rilievo della ricerca e del dibattito culturale in Europa. Il suo contributo sui temi della democrazia rimane tra i più originali ed acuti degli ultimi decenni. Il rapporto di fecondo scambio intellettuale, il nostro comune impegno nel momento della nascita della Conferenza italo-inglese di Pontignano e la cordiale amicizia personale resteranno fortemente impressi nel mio ricordo".
Roma, 18 giugno 2009
leggi tutto